Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Concorso Michelin "Muoversi per il mondo": premiate due scuole di Palermo

Proclamati i vincitori del concorso nazionale “Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo”: la scuola media Antonio Gramsci vince il primo premio e l’Istituto Comprensivo Abba-Alighieri sul secondo gradino del podio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

11.300 alunni su tutto il territorio nazionale hanno partecipato alla realizzazione di oltre 1000 elaborati per partecipare al concorso educativo Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Una giuria specializzata ha valutato gli elaborati e ha deciso di premiare ben due istituti palermitani per la sezione “Scuola secondaria”:  la Scuola Antonio Gramsci che si aggiudica il primo premio e l’Istituto Comprensivo Abba-Alighieri premiato con il secondo posto. Il concorso educativo Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo è legato al progetto Muoversi per il mondo, l’iniziativa ludico-didattica di educazione alla mobilità che Michelin offre a insegnanti, studenti e famiglie delle scuole elementari e medie italiane.

Con il progetto educativo Muoversi per il mondo Michelin, impegnata da più di 100 anni nella ricerca del modo migliore di avanzare, ha offerto alle scuole un sistema completo di risorse didattiche per supportare gli insegnanti nella formazione di cittadini sempre più attenti a vivere la mobilità in modo intelligente, responsabile, proiettato al futuro. L’iniziativa ha portato all’attenzione delle classi e delle loro famiglie il tema della mobilità sostenibile, sicura, connessa, innovativa, presentata attraverso le grandi rivoluzioni tecnologiche (la ruota, il motore e il digitale). 2.200 classi delle scuole elementari e medie italiane hanno ricevuto un kit didattico gratuito con una guida per il docente, ricca di spunti multidisciplinari, un magazine interattivo dedicato a studenti e famiglie e materiali per tutta la classe tra cui le carte Michelin Italia.

Il concorso finale Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo ha coinvolto in modo divertente e insolito gli studenti e le loro famiglie, chiedendo di avviare in ogni casa un brainstorming da cui emergesse un’idea di invenzione originale che migliorasse la mobilità e rendesse gli spostamenti sempre più sostenibili e sicuri. Gli studenti hanno poi scelto e sviluppato in classe un’idea da presentare alla giuria. La scuola Antonio Gramsci si è aggiudicata il primo gradino del podio presentando l’elaborato L’elicobolla: un veicolo ad energia solare a forma di bolla, in grado di spostarsi in tutti gli ambienti, dotata di una grande elica per gli spostamenti aerei e di galleggianti per quelli marittimi. L’Istituto Comprensivo Abba-Alighieri ha presentato invece La strada di gomma: un grande cartellone che raccoglie tutte le idee ecologiche e sostenibili proposte dagli alunni e dalle loro famiglie, sempre sul tema della mobilità e della sicurezza stradale.

Michelin premia i primi classificati con una biblioteca di testi sul tema del viaggio del valore di 1.000 euro e con un contributo a viaggi di istruzione o uscite didattiche del valore di 800 euro. Per i secondi classificati libri per un valore di 500 euro e contributi per i viaggi di istruzione pari a 400 euro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso Michelin "Muoversi per il mondo": premiate due scuole di Palermo

PalermoToday è in caricamento