Cronaca Politeama

Concorso Banca d'Italia “inventa una banconota"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Oggi presso la sede della Banca d’Italia di Palermo il Provveditore agli Studi dott. Marco Anello ha premiato l’Istituto Sacro Cuore del Verbo Incarnato di Palermo, come unica scuola della Sicilia ad aver superato la prima fase del concorso “Inventiamo una banconota”, promosso dalla Banca d'Italia e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Alla selezione hanno preso parte tutte le scuole primarie che risiedono nell’aggregato regionale Calabria-Sicilia. Il tema scelto quest’anno è stato: “Il risparmio avvicina il futuro: progettiamo la nostra vita”.

Gli studenti delle scuole primarie dovevano realizzare il bozzetto di una banconota che valorizzasse il risparmio quale mezzo per costruire il proprio futuro, in una società caratterizzata da un consumo spesso superfluo e da scarsità di risorse. Una commissione, tra i cui membri figuravano rappresentanti della Banca d’Italia, un grafico, il provveditore stesso, un giornalista del Corriere della Sera e l’editore Sellerio, ha giudicato i tanti bozzetti pervenuti, scegliendone solo tre, tra cui il disegno di Micol R. Vassallo, alunna della V classe dell’Istituto Sacro Cuore del Verbo Incarnato, grazie al quale è stato assegnato alla scuola un premio di mille uro, previsto dalle sedi della Banca di Palermo e Catanzaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso Banca d'Italia “inventa una banconota"

PalermoToday è in caricamento