Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Corleone

Nessuno vuole lavorare negli ospedali di Corleone e Petralia, l'Asp cerca medici per le "zone disagiate"

Il commissario straordinario Daniela Faraoni: "Si tratta dell'ennesima procedura avviata dopo il rifiuto dei precedenti vincitori, dal 2019 ad oggi sono stati ben 93 i concorsi a tempo determinato ed indeterminato banditi per colmare la carenza di personale"

L'Asp è alla ricerca di dirigenti medici che possano assicurare la continuità delle attività sanitarie, soprattutto nei presidi ospedalieri delle zone più disagiate. Avviato per questo motivo il concorso a tempo indeterminato di dirigenti pediatri dalla commissione concorsuale guidata da Vincenzo Duca, primario della neonatologia dell'Ingrassia. Alla selezione stanno partecipando un pediatra e 31 specializzandi.

"Si tratta dell'ennesima procedura avviata dopo il rifiuto dei precedenti vincitori ad occupare posti negli ospedali di zone più lontane dalla città, come Corleone e Petralia Sottana - ha sottolineato il commissario straordinario dell'Asp, Daniela Faraoni - dal 2019 ad oggi sono stati ben 93 i concorsi a tempo determinato ed indeterminato banditi e conclusi per colmare carenza di dirigenti medici. L'azienda non resta, comunque, in attesa ed ha continuato a bandire procedure a tempo determinato alle quali avrebbero potuto partecipare anche medici provenienti da Paesi esteri. Anche in questo momento è in corso un'altra procedura per pediatri, anestesisti e medici d'emergenza per i pronto soccorso e in particolare per gli ospedali di Corleone e Petralia Sottana”.

La direzione dell'Asp non ha mai smesso di cercare soluzioni alla carenza di personale, tamponando le necessità della continuità di servizi ospedalieri facendo ricorso a "prestazioni aggiuntive" o "incarichi libero-professionali".

"Il tutto - ha aggiunto Daniela Faraoni - per non arrendersi alle difficoltà e scongiurare la sospensione o chiusura di attività delle unità operative. In ultimo, abbiamo chiesto lo scorso 15 giugno l’autorizzazione all'assessorato alla Salute ad 'acquistare' servizi sanitari di continuità di assistenza medica di pediatria, pronto soccorso e anestesia, rivolgendoci ad operatori economici del mercato. Venerdì è pervenuta alla direzione aziendale l'autorizzazione ed è già in corso la procedura prevista dalla norma per l'acquisizione di tali servizi. Ringrazio per questo l'assessore Giovanna Volo e il dirigente generale  Salvatore Iacolino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuno vuole lavorare negli ospedali di Corleone e Petralia, l'Asp cerca medici per le "zone disagiate"
PalermoToday è in caricamento