menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I Tinturia

I Tinturia

"Il Comune non ha il permesso per occupare la piazza": Capodanno al Cep a rischio?

A lanciare l'allarme, a pochi giorni dalla notte di San Silvestro, è il leader di Più Europa Fabrizio Ferrandelli. L'area dove dovrebbe svolgersi la festa sarebbe dell'Istituto autonomo case popolari. Dal Comune replicano: "Tutto regolare"

“E se vi dicessi che a poche ore dall’inizio dei festeggiamenti del nuovo anno il Titanic è già affondato e rischia di non esserci nessun evento in piazza al Cep?". A lanciare l'allarme sui social è il leader di Più Europa Fabrizio Ferrandelli. Il consigliere questa mattina ha preso visione di una nota dello Iacp (l'Istituto autonomo case popolari) nel quale l'ente comunica al Comune di aver appreso dalla stampa dei festeggiamenti al Cep su un'area di propria pertinenza per cui non esiste richiesta e quindi contratto di occupazione con relativo compenso, piano di fuga e autorizzazioni varie. Ma dal Comune replicano: "L'area in questione è, dal lontano 1970, assegnata al Comune".

"Abbiamo appreso da un articolo si stampa della testata PalermoToday - scrive testualmente lo Iacp nella nota inviata al Comune - che il Comune sta predisponendo una festa di Capodanno in piazza nell'area antistante il giardino Peppino Impastato. Da un accertamento di ufficio abbiamo rilevato che detta area è residuale della particella 7421 e non sembrerebbe esserci alcun atto formale che ne definisca il passaggio di proprietà da questo Iacp a codesto Comune. Qualora la pubblica manifestazione dovesse tenersi all'nterno dell'area - conclude la nota - dovete munirvi della nostra autorizzazione, nonchè concordare il compenso per l'utilizzo temporaneo dell'area accreditando le somme incassate se già previste nel bando".

Capodanno 2020, Tinturia e Nino Frassica al Cep

"Mentre nelle altre città del mondo, a poche ore, i palchi sono già montati e tutto è quasi pronto, qui a Palermo - tuona Ferrandelli - nessuno dialoga con nessuno. Non si informano gli enti compententi e si va avanti con anarchia e improvvisazione. È davvero indecoroso, questi assessori non sono in grado, Sindaco in testa, di gestire più nulla. E quest’ultima vicenda è soltanto la più recente e clamorosa. Adesso si levino davvero dalle balle e si assumano le proprie responsabilità fini in fondo".

"Abbiamo appreso con grande stupore e con profonda inquietudine - commentano il consigliere comunale Massimo Giaconia del gruppo "Avanti Insieme" e il presidente della Sesta circoscrizione  Michele Maraventano - il contenuto della nota dello Iacp, tutto potevamo immaginare ma che nessuno, per conto dell’Amministrazione, chiedesse le dovute autorizzazioni proprio no. È veramente assurdo e inaccettabile. Se quanto scritto dallo Iacp dovesse trovare conferma, si tratterebbe di un grave errore da parte dell’Amministrazione che, da un lato pecca di superficialità e dall’altro di scarso confronto con chi conosce bene il territorio come noi e la Circoscrizione ma anche con le altre istituzioni, in questo caso lo Iacp. Da anni, ci battiamo - continuano Giaconia e Maraventano - per il trasferimento della titolarità dell’aria in questione, conosciuta da tutti come 'il campetto di calcio', dallo Iacp al Comune, proprio per strappare la stessa al degrado in cui versava fino a qualche giorno fa per metterla a disposizione delle realtà presenti nel territorio, come la Parrocchia del quartiere e l’associazione 'San Giovanni Aposolo' che vorrebbero utilizzarla per fare attività sportive a favore dei ragazzi  del quartiere. Infatti, abbiamo promosso diversi incontri, mettendo più volte attorno ad un tavolo Comune e Iacp senza mai arrivare, purtroppo, all’obiettivo. In ogni caso auspichiamo che questa vicenda possa risolversi affinché non vada in fumo la tanto attesa festa di Capodanno al Cep che per il quartiere rappresenta un occasione di rivalsa. Speriamo - concludono - che si faccia il possibile affinché non si deludano i residenti del quartiere San Giovanni Apostolo entusiasti per l’opportunità che gli è stata riservata".

"Ancora una volta - afferma il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Palermo con la consigliera della Sesta circoscrizione Daniela Tumbarello - emerge l’approssimazione e la mancanza di programmazione dell’amministrazione Orlando. L'amministrazione non è nuova a questo modo di agire, già per la villetta Peppino Impastato ha programmato interventi pur non essendo titolare dell'area, auspichiamo che l'Amministrazione regolarizzi in tempi brevi la sua posizione e che garantisca il Capodanno al Cep".

La replica del Comune

"Spiace notare - dichiara l'assessore Darawsha - che alcuni funzionari dello Iacp hanno inviato una frettolosa nota al Comune, probabilmente ignari del fatto che l'area in questione è, dal lontano 1970, assegnata al Comune e che quindi tutto è regolare per quanto attiene l'organizzazione del concerto. Così come sono regolari ogni altra iniziativa del Comune realizzata e programmata dal Comune in questi anni. Mi auguro che i vertici dello Iacp non vogliamo aprire un inutile scontro istituzionale che si andrebbe a sommare ai già gravi contenziosi in atto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento