Lello Analfino: "Palermo è la città dell'accoglienza, io ci vivo"

Il frontman agrigentino del gruppo musicale dei Tinturia ieri sera si è esibito al Cep nel concerto di fine anno organizzato dal Comune in periferia: "L'omicidio degli scorsi giorni? Solo una minima parte della città è marcia"

Lello Analfino durante il concerto di Capodanno

"Palermo è la città dell'accoglienza, io ci vivo". Parole e musica, è il caso di dire, di Lello Analfino, frontman agrigentino del gruppo musicale dei Tinturia, che ieri sera si è esibito al Cep nel concerto di fine anno organizzato dal Comune in periferia. "La musica aiuta a travalicare tutte le barriere - dice Analfino parlando con i giornalisti -. Non mi piace parlare di periferie in una città come Palermo che è una città dell'accoglienza e la gente che vive in questi posti è accogliente in sé".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Capodanno 2020, la festa in piazza | Video

Ormai palermitano acquisito, la scorsa estate Lello Analfino ha scritto l'inno del Palermo insieme a Salvo Ficarra. "Solo una minima parte è marcia - dice ancora Analfino parlando dell'omicidio del carpentiere avvenuto pochi giorni fa -. Non mi sento di generalizzare in questi luoghi. Sono dispiaciuto per quello che è accaduto pochi giorni fa, ma può accadere ovunque". "Noi vogliamo portare un po' di divertimento alle persone che qui non vedono mai concerti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento