menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il centro commerciale Conca d'Oro

Il centro commerciale Conca d'Oro

Cuore (Conca) d’Oro, carabinieri e volontari portano buoni spesa a 60 famiglie dello Zen

Il direttore del centro commerciale: "Vogliamo dare un aiuto concreto a coloro che si sono ritrovati, da un giorno all'altro, nell'incapacità di assicurarsi un pasto caldo". A collaborare i carabinieri della stazione San Filippo Neri e due associazioni

Il centro commerciale Conca d’Oro dona buoni spesa per 60 famiglie del quartiere Zen. “Vogliamo dare un aiuto concreto a coloro che, a causa di questa grave emergenza sanitaria, si sono ritrovati, da un giorno all’altro, nell’incapacità di assicurare un pasto caldo per sé e per i propri cari”, spiega il direttore del Conca d’Oro Antonio Biagianti.

Un piccolo gesto di solidarietà reso possibile grazie alla collaborazione con il comandante della stazione dei carabinieri San Filippo Neri, Davide De Novellis, e alle associazioni “Bayty Baytik - casa mia è casa tua” e L’albero della vita cooperative sociale che operano da anni con le famiglie indigenti del quartiere.

I buoni spesa verranno dati ai 60 nuclei familiari che seguono già da tempo il programma di contrasto alla povertà assoluta “Varcare la soglia”. I buoni potranno essere utilizzati all’interno dell’ipermercato Auchan per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità.

“Il centro commerciale Conca d’Oro - sottolinea Biagianti - già da tempo affianca le associazioni e le istituzioni territoriali. Per questo rappresenta un punto di riferimento per il quartiere, non solo per lo shopping, anche per l’erogazione di servizi e per l’organizzazione di iniziative di interesse sociale. Questa è solo l’ultima iniziativa, in ordine di tempo, che il centro commerciale ha messo in atto. E’ un primo aiuto, ne seguiranno altri”.

“Siamo molto felici - dice Giuseppe Di Rienzo, presidente dell’assocaizione L’albero della vita cooperativa sociale - quando vengono messe in atto queste azioni di solidarietà. La collaborazione tra pubblico, privato e mondo delle associazioni è fondamentale per dare una risposta concreta a tutti quei soggetti deboli che, con quest’emergenza sanitaria, si ritrovano ancora più in difficoltà”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento