Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Mezzi vecchi e ritardi nei pagamenti, il Conapo al sottosegretario: "Diserteremo passerella"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Egregio Sottosegretario, nel luglio del 2015 e in occasione della Sua visita al comando di Palermo per l’inaugurazione dei distaccamenti volontari vigili del fuoco di Carini e Camporeale - scrive il sindacato autonomo Conapo a Gianpiero Bocci - questa organizzazione sindacale le ha consegnato un plico con all’interno una nota che elencava le criticità che vivono i vigili del fuoco di questo comando: carenza personale, parco macchine vetusto, problemi igienico strutturale sedi di servizio, etc. etc.. Criticità che sono state più volte segnalate anche dal Comando. Ad oggi a distanza di oltre due anni poco o nulla è stato fatto. Il problema del vetusto parco mezzi è uno dei problemi cronici che sta vivendo attualmente questo comando. Infatti non pochi sono stati i problemi sorti nel corso degli interventi di pubblico soccorso. In più occasioni si è sfiorata la tragedia sia per gli occupanti dei mezzi che per i cittadini e grazie alla intercessione di Santa Barbara e alla grande professionalità dei nostri colleghi che si è evitato il peggio. I vigili del fuoco di Palermo sono stanchi e demotivati. Non si può lavorare più in queste condizioni. Abbiamo dimostrato nei grandi eventi - Modex 2016, operazione Augusta 2016 e non ultimo al G7 di Taormina, ma anche nel quotidiano - grande professionalità e attaccamento al dovere, dando grande risalto nelle cronache italiane e internazionali della capacità organizzativa del Dipartimento e dello Stato italiano. Quello Stato che nel corso degli anni si è dimenticato dei suoi uomini rilegandoli a meri servitori ponendoli negli ultimi posti nelle retribuzioni rispetto agli altri corpi. Ad amareggiare ancora di più gli uomini di questo comando - sottolineano nella nota - è il mancato pagamento ad oggi delle retribuzioni dell’evento G7 di Taormina e delle emergenze estive di quest’anno. I vigili del fuoco e le loro famiglie non vivono solo di elogi o medaglie ma di stipendi degni e proporzionati all’attività lavorativa svolta. Pensavamo che la sua venuta a Palermo fosse foriera di buone notizie, ma ci rendiamo conto che è l’ennesima passerella politica di cui vantarsi. È per questi motivi che questa organizzazione sindacale ha deciso di disertare le cerimonie di inaugurazione che lei si appresta a presenziare, rendendo onore al 'de cujus' CS Giuseppe Siciliano e a tutti quelli che hanno sacrificato la propria vita nell’adempimento del proprio dovere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezzi vecchi e ritardi nei pagamenti, il Conapo al sottosegretario: "Diserteremo passerella"

PalermoToday è in caricamento