rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

La protesta del comitato "Esistono i diritti transpartito": "In Sicilia 9 medici su 10 sono obiettori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Una delegazione del comitato esistono i Diritti Transpartito Pino Apprendi, Gaetano D’Amico, Alberto Mangano, Antonino Martorana si è recata presso l’assessorato alla Sanitá della Regione Siciliana per consegnare una lettera all’Assessore Ruggero Razza per chiedere un incontro sul tema della applicazione della legge sulla interizione volontaria di gravidanza. Alla lettera è stato allegato l’appello delle personalità del mondo della cultura della politica dello spettacolo della avvocatura a lui rivolto”.

“Nell’Ottobre scorso il consiglio comunale di Palermo ha approvato un Ordine del giorno per promuovere l’appello del Comitato rivolto all’Assessore alla Salute Razza per l’applicazione della L. 194/1978 anche in Sicilia, dove di fatto viene disattesa dall’87% delle strutture pubbliche, ciò vuol dire quasi 9 medici su 10 nell’Isola sono obiettori, con picchi in alcune zone che arrivano anche al 100%” Un pericoloso arretramento sui diritti civili in Sicilia, ed un rischio per le giovani donne di questa terra a causa dell’oggettiva mancanza di possibilitá negli ospedali locali che ha prodotto negli ultimi anni un drammatico aumento delle interruzioni di gravidanza clandestine, a cui avvolte al dramma della scelta personale si aggiunge la non collaborazione delle strutture ospedaliere. Un impegno dell’autodeterminazione delle donne che deve croncretamente avere accanto lo Stato qualunque sia la libera scelta sul proprio corpo e la propria vita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta del comitato "Esistono i diritti transpartito": "In Sicilia 9 medici su 10 sono obiettori"

PalermoToday è in caricamento