Il Comune sospende la Ztl notturna, l'Amat accelera per l'assunzione degli autisti

Alla luce dell'ultimo Dpcm e del coprifuoco dopo le 23, l'amministrazione stoppa il divieto di circolazione delle auto di notte "fintanto che sarà necessario". Resta in vigore la Ztl diurna. Fra dieci giorni in servizio i primi 40 conducenti con contratto a tempo determinato: in totale saranno 100

Il Comune sospende la Ztl notturna. C'è già l'ok all'unanimità della Giunta e il provvedimento di stop è quasi pronto. Questione di ore. Così ha deciso l'amministrazione alla luce dell'ultimo Dpcm firmato dal premier Conte e del coprifuoco dopo le 23 introdotto con ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci. 

La sospensione della Ztl notturna, ha spiegato il sindaco Leoluca Orlando nel corso di una conferenza stampa con il presidente dell'Amat Michele Cimino e l'assessore alla Mobilità Giusto Catania, "è legata alle conseguenze delle norme anti Covid, che hanno ridotto traffico e inquinamento. Lasceremo comunque accese le telecamere per il controllo del territorio, così ci hanno chiesto i cittadini". Ragione per cui, il Comune manterrà lo stop "fintanto che sarà necessario". Così ha detto il sindaco, annunciando che "in base all'analisi quotidiana dei flussi veicolari, se è il caso, s'interverrà anche sulla Ztl diurna".

"Ad oggi - ha aggiunto l'assessore Catania - non vi è una diminuzione del traffico automobilistico privato in centro storico e per questo la Ztl diurna resterà in vigore. Per quanto riguarda quella notturna non c'è ragione per mantenerla in vigore, visto che non ci sono mezzi privati che circolano dopo una certa ora e nemmeno il trasporto pubblico sostitutivo. Questa è la conferma che non si tratta di una scelta ideologica". Niente da fare quindi (almeno per il momento) per l'opposizione e alcuni "pezzi" della maggioranza, che avevano chiesto lo stop totale. L'ultimo, oggi, è stato Fabrizio Ferrandelli (+Europa), che ha sollecitato anche "la sospensione delle zone blu fino al termine dell’emergenza".

La mobilità al tempo del Covid ha spinto il Comune a ricalibrare anche il servizio di trasporto pubblico urbano: dopo la sospensione dei bus notturni, con conseguente spostamento di mezzi e personale nella fascia oraria 7-15. "Così contemperiamo due esigenze: il distanziamento a bordo degli autobus, che potranno avere una capienza fino al 50%, e una maggiore frequenza dei mezzi. Ciò significa anche la possibilità di prendere i mezzi pubblici, in luogo di quelli privati, in tutta sicurezza".

Amat e Comune, inoltre, stanno spingendo il piede sull'acceleratore per l'assunzione di nuovi autisti e meccanici. "Nelle more del concorso - ha deto Catania - verranno selezionati 100 autisti con contratti a tempo determinato. I primi 40 autisti saranno in servizio già nei prossimi dieci giorni, entro metà novembre i restanti 60".

Ad occuparsi delle procedure di selezioni saranno le agenzie per il lavoro WinTime spa e Tempor spa. La stessa Tempor si occuperà anche del concorso per l'assuzione degli autisti con contratto a tempo indeterminato. "Il nostro obiettivo - ha dichiarato il presidente dell'Amat Cimino - è immetterli in pianta organica già a gennaio. Se non dovessimo farcela verranno prorogati i contratti a termine fino a quando non si concluderanno le procedure concorsuali. Intendiamo lasciare la graduatoria aperta per rimpiazzare man mano gli autisti che andranno in pensione. Queste assunzioni sono un fatto storico per l'amministrazione Orlando, l'ultimo concorso infatti risale al 1990".

Nessuna sospensione invece per le zone blu. "Ogni volta si apre un dibattito viziato da elementi ideologici, non intravediamo una reale esigenza di sospensione come invece abbiamo fatto durante il lockdown quando i cittadini erano a casa e i negozi chiusi. Oggi non c’è alcuna ragione logica per sospendere".

Sarà invece aperto ai privati il car sharing, che finora gestisce soltanto l'Amat. Lo hanno annunciato Orlando e Catania, spiegando che "La Giunta ha deciso di aprire al mercato il car sharing per offrire altre possibilità di utilizzo delle automobili condivise. Abbiamo pure pubblicato il bando per le colonnine di ricarica elettrica, mentre martedì sarà chiusa la procedura di affidamento del monopattino sharing. La pista ciclabile inoltre sarà estesa fino a via Praga. Si tratta di misure che serviranno a decongestionare il traffico privato".

Le reazioni

"Mantenere la Ztl di giorno nel pieno della seconda ondata Covid è una scelta insensata e incomprensibile: chiediamo che l'amministrazione comunale di Palermo ci ripensi, andando incontro alle richieste di commercianti e residenti". Lo dicono i consiglieri comunali di Italia Viva e Sicilia Futura-Italia Viva Dario Chinnici, Gianluca Inzerillo, Francesco Bertolino, Paolo Caracausi, Carlo Di Pisa, Caterina Meli, Giuseppina Russo e Ottavio Zacco. "I numeri della pandemia sono in costante aumento e il governo nazionale ha varato misure rigidissime - proseguono - Non capiamo perché a Palermo si debba applicare il coprifuoco ma non sospendere la Ztl, come invece è stato fatto durante il primo lockdown. Impegneremo in Consiglio comunale l'amministrazione a sospendere totalmente la Ztl finché rimarrà il vigore il Dpcm".

"Ho apprezzato la sospensione della Ztl notturna, anche se sono stupito che si dovesse arrivare al punto di mettere in evidenza una cosa così scontata! Se con il Dpcm c’è il divieto di mobilità notturna , sembra, almeno a me abbastanza chiara l’inutilità di una Ztl! Ora nel paese reale il Covid esiste h24, per cui vogliamo sospendere la Ztl diurna e il pagamento delle strisce blu? Di giorno! lo specifico dalle ore 10 alle ore 20". Queste le parole di Fabrizio Ferrandelli, consigliere comunale ed esponente nazionale di +Europa. "Inoltre, continuo a richiedere l’attivazione urgente delle procedure di potenziamento della frequenza dei mezzi pubblici di trasporto cercando anche, dove necessario, il coinvolgimento dell’organo consiliare per velocizzare l’acquisto dei nuovi mezzi della gara aggiudicata nel 2018 e finalmente sbloccata e per l’assunzione immediata di personale interinale nell’attesa del completamento delle procedure concorsuali dei 100 autisti. In ultimo, chiedo di velocizzare le procedure di espletamento della sperimentazione per un anno dello sharing di monopattini. Hanno partecipato diverse società già operanti in Italia e credo che questa opportunità possa dare un ulteriore contribuito all'esigenza di mobilità in sicurezza".

"Un cittadino può anche comprendere che un'amministrazione comunale sia assolutamente incapace, come quella capitanata dal sindaco Orlando ma quello che non possiamo accettare è che ci sia l'ennesima presa in giro. Lo stop della ZTL notturna quando c'è il divieto della circolazione dopo le 23, in virtù del decreto del presidente Musumeci, è uno scherzo di cattivo gusto. Suona esattamente come togliere un divieto di balneazione nei mesi invernali. Orlando deve sospendere immediatamente la ZTL diurna, quando sarebbe necessario favorire gli spostamenti senza mezzi pubblici e permettendo di passare nel centro storico. Questo ennesima farsa del duo Orlando-Catania è inqualificabile. Ormai noi, insieme a quasi 700 mila palermitani, contiamo ad uno ad uno i giorni che ci separano dalla fine dell'Orlandismo e si possa lavorare ad una vera rinascita di Palermo". Lo dichiarano il capogruppo della Lega Igor Gelarda insieme ai consiglieri comunali Alessandro Anello ed a Elio Ficarra.

Per i consiglieri del Movimento 5 Stelle, Antonino Randazzo, Concetta Amella e Viviana Lo Monaco, "la sospensione temporanea della sola Ztl notturna non è sufficiente. In attesa della assunzione dei 100 nuovi autisti, che saranno utili per potere incrementare le corse dei bus, chiediamo al sindaco e all’assessore alla Mobilità di procedere temporaneamente anche alla sospensione della Ztl diurna". 

"Il potenziamento dei servizi di trasporto pubblico, con l'assunzione di cento nuovi autisti, e il significativo rafforzamento delle linee di autobus diurne con cento nuove vetture - affermano le consigliere comunali Valentina Chinnici (Avanti insieme) e Barbara Evola (Sinistra Comune) - rappresentano una misura concreta per migliorare la qualità del servizio pubblico e garantire la sicurezza dei cittadini: il dimezzamento dei posti sulle vetture sarà così compensato dalla maggiore frequenza di autobus, riducendo pertanto i disagi legati ai tempi di attesa. Anche la sospensione della Ztl notturna rappresenta peraltro una misura necessaria in questa fase in cui le misure antiCovid imposte dal governo hanno drasticamente ridotto la pressione della movida sul centro storico".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento