Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Tempi biblici per il rilascio delle carte d'identità e gli under 18 non possono vaccinarsi

Molti giovani vengono rispediti indietro dagli hub vaccinali perché, in assenza di documenti, non possono essere identificati. L'ex consigliere Torta: "Ci sono medici che hanno indossato i panni dell'ufficiale giudiziario per consentire le immunizzazioni". Bertolino (Iv): "Il Comune apra uno sportello per gli studenti"

I tempi biblici per il rilascio delle carte d'identità impediscono la somministrazione del vaccino ai ragazzi di età compresa fra i 12 e i 18 anni. Molti giovani che hanno deciso di immunizzarsi vengono così rispediti indietro dal personale degli hub vaccinali perché, in assenza di documenti, non possono essere identificati. A sollevare il caso è Fausto Torta, ex consigliere comunale, ora responsabile del dipartimento Salute di Italia Viva, impegnato come medico nella campagna vaccinale a Villa delle Ginestre.

E così mentre a Roma il governo nazionale spinge per dare un'accelerata alla campagna vaccinale, a Palermo si rallentano le immunizzazione tra gli under 18. Un vero e proprio paradosso, l'ennesimo, che porta alla ribalta le inefficienze della macchina comunale: incapace, da quando è in corso la pandemia, di erogare servizi anagrafici in tempi celeri.

Il tema è noto: per evitare assembramenti negli uffici, il Comune ha correttamente introdotto l'obbligatorietà delle prenotazioni online per il rilascio di documenti d'identità e certificati; tuttavia, ancora oggi, il personale amministrativo non riesce a smaltire le richieste degli utenti. Chi si prenota per un appuntamento tramite il portale del Comune, in media attende oltre due mesi. In questo momento, addirittura, non è disponibile nessuna data nelle varie postazioni anagrafiche per il rilascio delle carte d'identità.   torta-2

"Le prenotazioni presso gli uffici comunali competenti al rilascio dei documenti d'identità - rimarca Torta (nella foto) - hanno purtroppo tempi assai lunghi: sono necessarie più settimane quando non si arriva addirittura a mesi di attesa per potere fissare un appuntamento. Alcuni medici, per potere garantire il diritto alla vaccinazione ai giovani richiedenti, si sono addirittura sovraesposti e hanno indossato oltre al camice anche i panni dell'ufficiale giudiziario, assumendosi la responsabilità dell’identità del paziente".

Sulla vicenda il consigliere comunale Francesco Bertolino, presidente della commissione Cultura, Pubblica istruzione e Politiche giovanili, ha inviato una lettera al sindaco Leoluca Orlando ed al vicesindaco con delega ai Servizi anagrafici, Fabio Giambrone, con la quale ha chiesto "che possa essere aperto urgentemente uno sportello dedicato esclusivamente agli studenti affinché gli stessi possano avere rilasciata la carta di identità in tempi strettissimi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tempi biblici per il rilascio delle carte d'identità e gli under 18 non possono vaccinarsi

PalermoToday è in caricamento