menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo il lockdown Palermo si scopre più digitale: il Comune spinge su wifi e servizi online

La Giunta ha adottato il documento programmatico "Palermo è sicurezza. La città che cura e si cura” con gli interventi di medio-lungo periodo dopo l'emergenza Covid-19. L'assessore Petralia: "Abbiamo l'intenzione di rendere fruibili i tanti servizi online che offriamo"

Una città sempre più connessa, dove si possa usufruire di sempre più servizi telematici evitando cosi di avere uffici affollati e lunghe attese. Cosi deve diventare Palermo nelle intenzioni dell'amministrazione comunale e la Giunta ha adottato il documento programmatico "Palermo è sicurezza. La città che cura e si cura” relativamente agli interventi di medio-lungo periodo dopo l'emergenza Covid-19. Contestualmente è stato presentato alla stampa il Piano triennale per l'Informatica 2020-2022, adottato in Giunta il 29 giugno scorso (Delibera n.149).

All'incontro con i giornalisti erano presenti, in rappresentanza dell'Amministrazione, l’assessore all’Innovazione, Paolo Petralia Camassa e la Responsabile del Servizio Innovazione, Licia Romano. Presente anche il direttore di Sispi, Salvatore Morreale.

"Abbiamo sottolineato - ha spiegato Petralia Camassa - sia gli aspetti legati a operazioni digitali, già implementate al Comune e sulle quali si crea una prospettiva di multifunzionalità dell'utilizzo e abbiamo anche guardato al tema della digitalizzazione nell'offerta dei servizi online al cittadino con più coscienza. Abbiamo l'intenzione di rendere fruibili i tanti servizi online che il Comune di Palermo offre. La digitalizzazione - ha aggiunto l'assessore  - non ha senso e non crea vantaggi se non è conosciuta e quindi fruibile. L'impegno che oggi abbiamo preso è quello di creare un servizio promozionale rispetto ai servizi online, per facilitare la conoscibilità e quindi l'accesso e l'utilizzo di tali servizi da parte dei cittadini, con un sistema di webinar e tutorial. Con il Piano di Informatica - oltre a toccare il tema del wifi free per la città, dei servizi online e del cloud computing, abbiamo pensato alla trasformazione dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp ndr) funzionale a una sua interattività con il cittadino, che avrà il vantaggio di avere le procedure integrate tramite un sistema di tracciabilità che renderà tutto il sistema più trasparente". 

Per il sindaco, Leoluca Orlando, "l'esperienza del lockdown ha sottolineato l'importanza di un sistema di servizi e strumenti digitali che l'amministrazione deve mettere a servizio del cittadino. Il piano adottato in Giunta e presentato oggi unisce un'utile ricostruzione ed un quadro complessivo di quanto è stato fatto ed è già oggi disponibile, insieme ad una chiara prospettiva di sviluppo, col valore aggiunto di un lavoro fatto in hose col supporto fondamentale di Sispi".  

La redazione del “Piano triennale per l'Informatica del Comune di Palermo 2020-2022” è stata curata dal Servizio Innovazione con la collaborazione della Società in house per i servizi informatici Sispi SpA. Il documento è stato redatto in conformità al Codice dell’Amministrazione Digitale e al Piano nazionale triennale per l'informatica 2019-2021, pubblicato dall’Agenzia per l'Italia Digitale (AGID).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e Società

Festival di Sanremo: il testo della canzone "Amare" de La Rappresentante di Lista

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento