rotate-mobile
Cronaca

Gli studenti ridisegnano la città con "La scuola adotta il quartiere"

Secondo le indicazioni fornite dagli allievi di sei scuole cittadine, gli studenti del corso di Pianificazione urbanistica dell'Università hanno realizzato i progetti di riqualificazione

Gli alunni di sei scuole cittadine disegnano la città del futuro, partendo dalle strade in cui vivono e crescono. E' quanto prevede il progetto "La scuola adotta il quartiere" che ha visto la partecipazione dagli allievi delle scuole Leonardo da Vinci, De Amicis, Colozza Bonfiglio, Gramsci, Uditore Setti Carraro e dell'istituto paritario Form@t ati con la collaborazione degli studenti del corso di Pianificazione urbanistica dell'Università. Gli esiti dell'iniziativa sono stati presentati presso la Sala De Seta ai Cantieri culturali della Zisa. Presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, gli assessori comunali Agnese Ciulla, Barbara Evola, Emilio Arcuri, Giuseppe Gini, Andrea Cusumano e il presidente della V circoscrizione, Fabio Teresi.

In particolare, i progetti presentati sono il frutto di un lavoro iniziato nei mesi scorsi attraverso un monitoraggio del territorio dove hanno sede i plessi scolastici e proseguito con delle lezioni specifiche dove sono stati individuati le criticità e punti di forza dei quel territorio con l'individuazione delle aree da riqualificare con uno studio anche sui vincoli delle aree selezionate in relazione ai regolamenti e al PRG. A supporto dei progetti ogni scuola oggi ha presentato dei plastici illustrativi. Secondo le indicazioni del lavoro svolto dai giovani alunni, gli studenti del corso di Pianificazione urbanistica, coordinati dai professori Marco Picone e Filippo Schilleci, hanno poi realizzato i progetti.

"Voglio esprimere il mio apprezzamento – ha detto Orlando - per questa iniziativa che fa scoprire i nostri territori ai più piccoli e ai più grandi contribuendo a costruire la consapevolezza che tutti devono sentirsi inclusi nel desiderio e nel progetto di una Palermo migliore. Questi lavori testimoniano lo straordinario amore dei nostri ragazzi per i territori che vivono ogni giorno e mira a dare un'anima alla città partendo dalle esigenze e dalle indicazioni dei più piccoli. Il prossimo passo è inserire queste indicazioni nella proposta di Piano Regolatore Generale e trarre indicazioni per la piccola manutenzione che sin da subito è attuabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti ridisegnano la città con "La scuola adotta il quartiere"

PalermoToday è in caricamento