Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Comune, boccata d'ossigeno per imprese vittime del lockdown: in arrivo sconti sulle tasse

Il Governo nazionale ha approvato la rimodulazione dei fondi comunitari fruibili dalla Regione. Da qui lo sblocco di 32 milioni per le casse di Palazzo delle Aquile. Andranno alle categorie produttive che hanno subito un danno economico legato alla pandemia. Previste riduzioni sulle tariffe o rimborsi

Meno tasse nel 2021 per le realtà economiche pesantemente danneggiate dal Covid. La Giunta comunale, riunita stasera per discutere diverse delibere, ha preso atto dell’avvenuta approvazione da parte del Governo nazionale della rimodulazione dei fondi comunitari fruibili dalla Regione. Fra questi figurano anche quelli che la finanziaria di maggio aveva destinato al Fondo perequativo con cui i Comuni hanno potuto deliberare interventi di riduzione o azzeramento di imposte e canoni per le attività economiche danneggiate dalle misure di prevenzione del Covid-19.

Per il Comune di Palermo, si tratta di un fondo complessivo di circa 32 milioni di euro, che la Giunta e il Consiglio Comunale, con diversi provvedimenti adottati negli ultimi mesi, avevano già previsto di destinare alle categorie produttive, agli enti e alle associazioni che hanno subito un danno economico legato al lockdown e, più in generale, alla contrazione delle attività dovuta alla pandemia.

"Lo sblocco da parte del Governo nazionale di questi fondi – spiega il sindaco Leoluca Orlando – è stato il frutto di un intenso lavoro svolto in sinergia fra ministero per il Sud, Anci e Regione, per superare una situazione di impasse che di fatto impediva dall'estate di utilizzare le risorse. Oggi finalmente un punto di arrivo cui siamo certi seguiranno a brevissimo i decreti regionali di destinazione delle somme ai singoli Comuni, come già concordato con l’Anci".

A beneficiare di queste riduzioni "aziende, associazioni sportive e culturali, enti di vario tipo", così come il Comune che recupererà le somme non incassate in questi mesi. Per chi, come gli enti sportivi o i fruitori della Fiera del Mediterraneo, ha già anticipato le spese nel 2020, il contributo si concretizzerà sotto forma di rimborso o gratuità nel 2021. 

Le riduzioni e le agevolazioni decise dalla Giunta e dal Consiglio comunale sono in particolare per Tari, Imu, Tosap e canoni di utilizzo degli impianti sportivi e della Fiera del Mediterraneo. 

"La riduzione - si legge in una nota di Palazzo delle Aquile - si applica automaticamente, tranne che per i campeggi, gli impianti sportivi, i negozi di abbigliamento, calzature, libreria e cartoleria, che essendo incluse in classi che comprendendo altre categorie economiche che non hanno avuto imposte chiusure, non risultano automaticamente agevolabili. Per queste ultime sarà possibile avanzare richiesta con un modulo che sarà disponibile on line nelle prossime settimane".

Tari

Il Consiglio comunale aveva deciso a settembre, su proposta della Giunta, una riduzione del 70% dell’imposta per tutte le utenze non domestiche le cui attività sono state direttamente o indirettamente bloccate o ridotte in conseguenza dei vari Dpcm e ordinanze regionali. In questo caso, se si è già provveduto al pagamento del 100% si potrà chiedere il rimborso nel 2021 o, se non si è ancora provveduto al pagamento, si può procedere al saldo applicando direttamente la riduzione.

Imu

Anche in questo caso, la riduzione è stata decisa dal Consiglio su proposta della Giunta: un taglio di otto dodicesimi del costo per il 2020. Come per la Tari, se si è già proceduto al saldo, si gioverà della riduzione nel 2021.

Tosap

La Giunta aveva deliberato la totale esenzione per il 2020 sia per le occupazioni di suolo pubblico esistenti sia per quelle nuove e, in più, la possibilità di ampliamento del 50% della superficie occupata per gli esercenti già autorizzati in precedenza. Le richieste pervenute al Comune erano 318, di cui 267 accolte.

Impianti sportivi

La Giunta ha deciso la totale gratuità dei canoni per le società e associazioni sportive per il periodo compreso fra marzo e dicembre 2020, pertanto le società che hanno già pagato i relativi canoni potranno beneficiare di gratuità per pari importo nel 2021.

Fiera del Mediterraneo

Sempre la Giunta aveva deliberato a novembre un abbattimento del 50% dei canoni di utilizzo degli spazi della Fiera del Mediterraneo per attività fieristiche svolte fra marzo e dicembre. Anche in questo caso, le imprese che hanno già utilizzato gli spazi pagando i relativi canoni potranno usufruire di gratuità per pari importo nel 2021.

L'elenco delle tipologie di utenze non domestiche ammessa all’agevolazione della riduzione Tari (settanta per cento) e Imu (otto dodicesimi).

1 Associazione, museo, biblioteca, scuola, luogo di culto
2 Cinematografo, teatro
4 Campeggi e impianti sportivi
5 Stabilimento balneare
6 Esposizione, autosaloni
7 Alberghi con ristorante
8 Alberghi senza ristorante
11 Uffici, agenzia,
12 Banca ed istituto di credito, studi professionali
13 Negozi di abbigliamento, calzatura, libreria, cartoleria
15 Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato
16 Banchi di mercato di beni durevoli
17 Attività artigianali tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista
18 Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista
20 Attività industriali con capannoni di produzione
21 Attività artigianali di produzione di beni specifici
22 Ristorante, trattoria, osteria, pizzeria, pub
23 Mensa; hamburgheria
24 Bar, caffè, pasticceria
29 Banchi di mercato generi alimentari
30 Discoteche, night club


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, boccata d'ossigeno per imprese vittime del lockdown: in arrivo sconti sulle tasse

PalermoToday è in caricamento