rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Laboratori, orti, spazi per disabili: così rinascono i terreni confiscati alla mafia

L'assessore Luciano Abbonato ha consegnato ufficialmente otto appezzamenti di terreno ad altrettanti soggetti privati senza finalità di lucro e saranno destinati allo svolgimento di attività di utilità sociale

Otto terreni che un tempo appartenevano alla criminalità organizzata avranno una "seconda vita". L'assessore Luciano Abbonato li ha consegnati ufficialmente "a soggetti privati senza finalità di lucro e saranno destinati allo svolgimento di attività di utilità sociale". I terreni sono stati assegnati in seguito a un bando pubblico emanato lo scorso anno. 

Il primo terreno è stato consegnato al Villaggio Ruffini, contrada Fondo Morici all'Istituto di ecologia umana del Mediterraneo per il progetto "Mediterraneo Blue Economy", che prevede la realizzazione di un centro di ricerca e di didattica ambientale e agronomica. Il laboratorio didattico mobile potrà anche essere utilizzato per le attività scolastiche dell'Istituto Majorana.

Il secondo terreno in località Villagrazia, fondo Zappulla è stato consegnato all'Anas zonale Madonie per la realizzazione del progetto "Terre di Solidarietà", per il mantenimento di un agrumeto a manderini e attività di formazione di soggetti svantaggiati, oltre a corsi di formazione specifici nel settore della protezione civile e un percorso didattico in campo ambientale.

All'associazione Omnia Corleone, è stato assegnato un terreno in contrada Ciaculli, per la realizzazione del progetto "Giardino Ciachi", che prevede la costruzione di un laboratorio di aggregazione, protagonismo e cittadinanza attiva, dove i beneficiari potranno sostenere un percorso di socializzazione, crescita, formazione e imprenditorialità.

Un terreno a Croce Verde - Giardini di Ciaculli, località Santa Zita è stato consegnato alla cooperativa "Migma" per sviluppare un Orto sociale condiviso con finalità di integrazione di soggetti svantaggiati, in particolare per soggetti non vedenti e ipovedenti.

A fondo Mango, località Passo di Rigano, l'ANVVFC Palermo centro, potrà sviluppare il progetto "Contratto intergenerazionale di Quartiere", che prevede la creazione di un campo di aggregazione di quartiere come strumento di occasione di conoscenza, socializzazione e scambio tra generazioni.

All'Oce organizzazione Cinofili dell'emergenza, terreno in contrada Balate, per la realizzazione di attività ludico-sportive cinofile in rispetto della salute e del benessere animale.

Altro terreno, in borgata Croce Verde - Giardini a Ciaculli, località Sata Zita è stato dato alla cooperativa sociale "Sambaia" di Casteldaccia, per il progetto "Borgata Croce Verde", dove si procederà alla creazione di Orti sociali al fine di riqualificare le aree creando anche spazi ricreativi e di incontri a fini didattici.

Infine, in contrada Villagrazia, la società cooperativa "Immagine" onlus, potrà realizzare una rete sociale per l'inserimento di persone diversamente abili nel mondo del lavoro, ma anche creazione di orti e frutteti sociali.

“Siamo molto fieri – hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore al Patrimonio, Luciano Abbonato - di aver fatto queste consegne, che restituiscono ad uso civile, legale e sociale importanti pezzi del nostro territorio. È un percorso che proseguirà con altre assegnazioni di terreni nei prossimi giorni e che prosegue con il recente bando pubblico per l'assegnazione di 50 immobili".

Il prossimo 11 dicembre scadrà il bando per l'assegnazione di ville, uffici e magazzini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratori, orti, spazi per disabili: così rinascono i terreni confiscati alla mafia

PalermoToday è in caricamento