Cronaca

Manutenzione ponti e sottopassi: "Impresa selezionata ma da un anno tutto fermo al Comune"

L'associazione dei costruttori edili (Ance) ricorda che la gara è stata aggiudicata il 13 febbraio 2020, su progetto deliberato dalla Giunta nel 2017. Lettera del presidente Miconi al sindaco: "Situazione che va oltre il paradosso, bisogna avviare immediatamente le opere"

L'accordo quadro per i lavori di manutenzione nei ponti, cavalcavia, sottopassi, sovrappassi di competenza comunale, relativo al quadriennio 2017-202,0 è stato aggiudicato lo scorso 13 febbraio: da quasi un anno però tutto è rimasto fermo al Comune.

Per segnalare all'amministrazione "una situazione che va oltre il paradosso", il presidente di Ance Palermo Massimiliano Miconi, ha inviato una nota ufficiale al sindaco Leoluca Orlando. "All’impresa che si è aggiudicata i lavori - scrive il presidente dei costruttori - è stato richiesto di presentare la fideiussione e le altre dichiarazioni di rito necessarie alla stipula del contatto, ben otto mesi dopo l’aggiudicazione, ovvero ad ottobre 2020 e da allora la ditta in questione non ha avuto più notizie dal Comune e non si sa quando verrà stipulato il contratto. Stiamo parlando della manutenzione di ponti, sottopassi e strade per il quadriennio 2017-2020 - continua Miconi - con progetto esecutivo approvato dalla Giunta comunale il 15 dicembre 2017 e supponiamo che, a quella data, il finanziamento dovesse essere disponibile".

"Quello che ci chiediamo e chiediamo al sindaco nella nota - prosegue MIconi - è come possa succedere che passino tre anni per aggiudicare i lavori? In questi tre anni le manutenzioni sono state fatte? Non è paradossale che le manutenzioni del quadriennio 2017-2020 inizieranno (se mai inizieranno) nel 2021? Ricordo all'amministrazione che, a norma del cosiddetto secreto Semplificazioni, le stazioni appaltanti devono assegnare gli affidamenti entro due mesi e che gli sforamenti possono portare al danno erariale per il Rup, il Responsabile unico del procedimento. Puo? anche darsi che questa norma non sia applicabile per la gara in questione, ma il senso e? quello di accelerare le procedure di gara e dare avvio immediato alle opere".

"Se per aggiudicare una gara per la manutenzione dei sottopassi e delle strade occorrono piu? di tre anni - conclude Miconi -, non possiamo davvero piu? sorprenderci se succedono gli allagamenti e non ha neanche senso chiedere ulteriori finanziamenti o sollecitare le nuove progettazioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzione ponti e sottopassi: "Impresa selezionata ma da un anno tutto fermo al Comune"

PalermoToday è in caricamento