menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex complesso Cavalacci sede delle Poste (foto archivio)

L'ex complesso Cavalacci sede delle Poste (foto archivio)

Brancaccio, il Comune ha deciso: l’ex sede delle Poste diventerà una scuola

Il Consiglio ha votato la delibera di variante urbanistica che servirà a dare una seconda vita all'immobile, ormai pubblico, di via Cirincione grazie a fondi statali. Orlando: "Vogliamo creare un polo scolastico polivalente"

Sulle ceneri di una struttura ormai abbandonata sorgerà una scuola. Il Consiglio comunale ha approvato una delibera di variante urbanistica per cambiare la destinazione d’uso di una struttura di via Cirincione, a Brancaccio. Di fatto la delibera consentirà di realizzare il progetto di riqualificazione e trasformazione in edificio scolastico dell'immobile già sede di Poste italiane e oggi di proprietà della Città metropolitana.

"L'approvazione sollecita e tempestiva della delibera - ha commentato il sindaco Leoluca Orlando - è la conferma di un armonico rapporto tra Città di Palermo e Città metropolitana e consentirà di accedere a fondi statali (Dpcm 25 maggio 2016) per la riqualificazione e sicurezza delle periferie e rafforzerà la politica di uscita dalla logica emergenziale del ricorso agli affitti di immobili privati con evidenti diseconomie. Si realizzerà così anche il miglioramento dei servizi scolastici di grado superiore di competenza della neonata Città metropolitana con la realizzazione di un polo scolastico polivalente".

"L’investimento sarà di 17 milioni e 950 mila euro - dice il presidente della quarta commissione, Giusi Scafidi - e permetterà al quartiere non solo di avere una nuova scuola, ma anche di risparmiare sugli affitti. Attualmente, infatti, sono due gli edifici della zona in cui il comune ha posizionato due sue scuole, ma si tratta di strutture private a cui va versato ogni mese un canone di affitto". Non secondario, infine, l'alleggerimento del traffico. "L'edificio - conclude - è a pochi passi dalle fermate del tram. Famiglie e bambini potranno spostarsi in maniera sostenibile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento