Cronaca

Il Comune approva il bilancio, soldi per il tram ed il sociale

Assegnati 100 mila euro per le scuole oggetto di raid vandalici e 50 mila euro per gli infopoint. Presentato anche il piano delle opere e dei lavori pubblici: per la nuova rete tranviaria previsti investimenti per 71 milioni

I lavori per il tram

Dopo una seduta terminata a notte inoltrata, precisamente alle 4,45, il Comune ha approvato il bilancio. Al testo sono stati presentati undici emendamenti e 10 ordini del giorno. Martedì invece era stato stato presentato il piano delle opere e dei lavori pubblici che il Comune ha direttamente messo in cantiere per i prossimi mesi o per i quali, non essendo titolare dei contratti, ha agito per favorire lo sblocco di lavori già "cantierabili".

BILANCIO COMUNALE.  L'assestamento di bilancio ammonta a 15 milioni 134.044 euro per il 2012. Le poste del 2013 e 2014 sono 149 mln 949.738 e 90 mln 635.000. Gli 11 emendamenti presentati dai consiglieri di maggioranza e opposizione prevedono circa 115 milioni di euro di Fondi Fas per appalti di opere pubbliche cantierabili, tra cui il tram; 190 mila euro per l'esproprio di un terreno che sblocca un cantiere da 2 milioni a Brancaccio per l'allargamento stradale nei pressi del "Forum". Un emendamento delle opposizioni, di circa 1,2 milioni di euro, assegna 430 mila euro per il sociale, 100 mila euro ai teatri minori, 50 mila euro per gli infopoint, 100 mila per le colonnine dei taxi; 50 mila euro per la mobilità dolce (biciclette e altri mezzi ecologici), 340 mila euro per beni e arredi dell'ufficio di presidenza e commissioni consiliari. Infine per la sicurezza nelle scuole oggetto di raid vandalici è stata assegnata la somma di 100 mila euro.

"L'approvazione da parte del Consiglio comunale di Palermo dell'assestamento di Bilancio - afferma Salvatore Orlando, presidente del Consiglio comunale - dell'estensione dei mutui e dei debiti fuori bilancio è il segnale di un clima positivo e di una collaborazione leale fra maggioranza, minoranza e amministrazione attiva, che tiene fuori le polemiche politiche e lavora nel solo interesse della città".

PIANO DELLE OPERE PUBBLICHE. In totale si tratta di oltre 650 milioni di opere già partite o i cui lavori partiranno a scaglioni entro la fine del 2013. Per le opere di cui il Comune è direttamente responsabile, dalla progettazione all'appalto e la vigilanza sui lavori, verranno investiti 394 milioni di euro. Per la nuova rete del Tram sono previsti investimenti per 71 milioni, gestiti da un' azienda partecipata (Amat). Invece 188 milioni saranno destinati alle opere di cui Palazzo delle Aquile non è titolare ma solo beneficiario, come nel caso del passante ferroviario e la chiusura dell'anello ferroviario metropolitano.

"Priorità assunta dall’Amministrazione nel settori dei lavori e delle opere pubbliche - ha detto il sindaco, Leoluca Orlando - è stata quella di sbloccare progettazioni, procedure e fondi che su diverse assi di finanziamento erano bloccati. Allo stesso tempo - ha aggiunto - si è proceduto ad una razionalizzazione del lavoro, in modo da snellire le procedure. Sono tutte priorità finalizzate in modo esplicito alla accelerazione della capacità di spesa, quindi all’avvio di nuovi grandi e piccoli cantieri". Riguardo alle opere il Sindaco ha spiegato: "Il Comune ha assunto un ruolo attivo per lo sblocco dei lavori relativi a tre grandi opere che sono strategiche rispetto alle politiche della mobilità ma che, in questo contesto, vanno citate per l’alto impatto economico ed occupazionale che questi lavori hanno sulla città. Si tratta della perizia di variante per il Tram, dello sblocco del primo stralcio dei lavori di chiusura dell’anello ferroviario e dei lavori relativi al raddoppio del passante ferroviario. In termini meramente economici, l’impatto di questi tre interventi è superiore ai 250 milioni di euro. Il Comune ha in sostanza operato a 360 gradi - conclude Orlando - per rimettere in moto il settore strategico dell’intervento edile, inteso come strumento operativo a servizio di diverse politiche cittadine: la cura del patrimonio pubblico esistente, l’incremento e manutenzione dei servizi, la messa in sicurezza dei locali pubblici, la tutela dell’ambiente, la residenzialità sociale".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune approva il bilancio, soldi per il tram ed il sociale

PalermoToday è in caricamento