menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Rubattino ormeggiata al porto per le operazioni di sbarco

La Rubattino ormeggiata al porto per le operazioni di sbarco

Completato lo sbarco di 183 migranti, avviata la sanificazione della Rubattino

I 33 minori, le 2 donne e i 148 uomini soccorsi dalle navi Alan Kurdi (Germania) e Aita Mari nel Mediterraneo sono stati accompagnati nelle strutture indicate dal ministero dell'Interno

Concluse le operazioni di sbarco dei 183 migranti tenuti in quarantena a bordo della Rubattino. Sono scesi dalla nave ormeggiate al molo Piave del porto i 33 minori, le 2 donne e i 148 uomini soccorsi ad aprile, nel Mediterraneo, dalle navi Alan Kurdi e Aita Mari delle ong tedesche e spagnole. L'imbarcazione, non appena verrà eseguita una sanificazione completa, tornerà a disposizione della compagnia Tirrenia.

I migranti sono rimasti a bordo della Rubattino, a circa 12 miglia dalla costa palermitana, per il periodo necessario a scongiurare ulteriori problemi in relazione alla diffusione del Covid-19. Tutti quanti sono stati sottoposti al doppio tampone - così come i volontari delle ong - e sono risultati negativi. I primi a scendere sono stati i minori, portati in alcune strutture dedicate tra Campania e Molise.

Le operazioni coordinate dalla Prefettura hanno coinvolto polizia, carabinieri, guardia di finanza, vigili del fuoco, capitaneria di porto, Autorità portuale, Croce rossa italiana, Usmaf, Suem 118, Asp, Protezione civile regionale e Comune che hanno garantito lo sbarco in sicurezza, effettuando il fotosegnalamento dei migranti poi trasferiti in pullman verso le destinazioni stabilite dagli uffici del ministero dell'Interno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento