Incarico europeo per l'avvocato Michele Calantropo, si occuperà di diritti umani

Il penalista, che è anche consigliere dell'Ordine, è stato nominato dalla Federazione degli avvocati d'Europa. E' la prima volta per un palermitano

Incarico europeo per l’avvocato Michele Calantropo, consigliere dell’Ordine e responsabile della Commissione relazioni internazionali. Il penalista è stato infatti nominato componente della Commissione diritti umani della Federazione degli avvocati d’Europa ed è la prima volta che un avvocato palermitano ricopre questo ruolo.

L’organismo è composto da tutti gli ordini forensi europei, inclusa la Gran Bretagna, ed è presieduto dal legale polacco Artur Wierzbicki. Si occupa di diritti umani su scala internazionale, dalla Turchia alla Colombia, dalle politiche dell’immigrazione alla tutela dei dati personali.

“La professione si evolve – commenta Calantropo – e le prospettive di lavoro hanno il mondo come orizzonte. Il Consiglio dell’ordine degli avvocati, sotto la presidenza di Giovanni Immordino, ha voluto dare un forte impulso a questa visione dell’avvocatura. I risultati sono evidenti e dimostrano la grande professionalità dell’avvocatura palermitana che viene riconosciuta anche a livello internazionale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Calantropo ha difeso tanti stranieri negli ormai numerosi processi che si svolgono non solo a Palermo, ma anche nel resto dell’Isola, per via delle ondate migratorie. Il penalista ha assistito tra l'altro anche Medhanie Tesmafarian Behre, il falegname eritreo accusato di essere uno dei capi delle organizzazioni criminali che gestiscono la tratta di essere umani dall’Africa in Europa. Calantropo è riuscito a dimostrare dopo una lunga battaglia giudiziaria che l’imputato era stato scambiato con un’altra persona, Mered Medhanie Yehdego, che è tuttora ricercato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • "Cocktail in mano e mascherine al gomito": due pub chiusi per violazione norme anti Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento