Arcobasso: "Il Comune penalizza via Maqueda"

Lo afferma il portavoce dei commercianti di via Maqueda. "Perchè non è stata realizzata un'isola pedonale tra il Massimo e i Quattro Canti?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

  "Niente luminarie natalizie, niente piante ai lati della strada, nessuna iniziativa ludico-ricreativa. Solo autobus che transitano accanto ad adulti e bambini. Praticamente, il contrario di quello che ci era stato garantito dall'assessore al Centro Storico, Agata Bazzi. Se l'Amministrazione vuole danneggiare via Maqueda, lo dica chiaramente".

Lo afferma Alessandro Arcobasso, portavoce dei commercianti di "via Maqueda Palermo", secondo i quali tra il Teatro Massimo e i Quattro Canti non è stata realizzata un'isola pedonale ma un'area di isolamento pedonale, degradata e insicura.
Non a caso, per bocca del commissario Salvatore Ciaramitaro, i vigili urbani hanno evidenziato la pericolosità del passaggio di bus e taxi, suggerendo al Comune di modificare l'ordinanza.

"Chiediamo al Sindaco di intervenire personalmente - conclude Arcobasso - illustrando le ragioni di questa disparita' di trattamento. Le altre strade interessate dal provvedimento sono state illuminate a festa, via Maqueda no. Eppure si tratta di un'arteria principale che collega la zona dei teatri alla Cattedrale".

Torna su
PalermoToday è in caricamento