L'omicidio di mafia a colpi di kalashnikov, 35 anni dopo il ricordo di Cassarà e Antiochia

Appuntamento per giovedì 6 agosto, ore 9, davanti alla stele di marmo di piazza Giovanni Paolo II. Poi la messa nella chiesa del Santissimo Salvatore di corso Vittorio Emanuele

Da sinistra Ninni Cassarà e Roberto Antiochia

Una corona d’alloro e una santa messa per ricordare Ninni Cassarà e Roberto Antiochia. Sono due gli appuntamenti previsti per domani in memoria del vicecapo della Squadra Mobile e dell’agente scelto, due figure simbolo della lotta alla mafia degli anni ‘80 ammazzate con una raffica di colpi esplosi nel 1985 con un kalashnikov in viale Croce Rossa.

I due trovarono la morte a pochi passi dall’abitazione del funzionario di polizia, dove Cassarà era atteso dalla moglie e dai figli. “In quegli anni difficili e scomodi per gli uomini dello Stato - spiegano dalla Questura - Antonino Cassarà rappresentò un naturale e abituale interlocutore per i magistrati impegnati sul fronte dell’antimafia”.

Fu l’interlocutore per eccellenza della polizia “garantendo una sicura e proficua collaborazione agli investigatori del pool, come Giovanni Falcone, impegnati nella lotta a Cosa Nostra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domani mattina, alle ore 9, alla presenza di autorità civili e militari, sarà deposta una corona presso la stele in marmo di piazza Giovanni Paolo II. A seguire è prevista una santa messa sarà celebrata presso la chiesa del Santissimo Salvatore di corso Vittorio Emanuele, dal cappellano della polizia di Stato, padre Massimiliano Purpura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento