Ciminna, sede dell’associazione nazionale carabinieri intitolata a Clemente Bovi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In occasione del 59° anniversario dell’omicidio del carabiniere acelto Clemente Bovi, medaglia d’oro al valor militare alla memoria, nel cimitero di Ciminna è stato deposto un cuscino di fiori sulla tomba del decorato, a seguire è stata posta una corona di fiori presso la lapide in piazza Umberto I e successivamente, presso la chiesa Madre è stata celebrata la messa. In via Giovanni Falcone, è poi stata inaugurata la sede sociale dell’associazione nazionale carabinieri di Ciminna intitolata a Bovi. Presente il figlio del militare, Andrea, che ha espresso "commozione e orgoglio per la scelta di intitolare la sede al padre”,.

Il sindaco Filippo Barone ha manifestato "tutta la sua soddisfazione per l’impegno quotidiano profuso dall’Arma in servizio sul territorio e per l’opera svolta, senza risparmio, dall’Arma in congedo nelle attività di volontariato”;

Presente anche il colonnello Antonio Di Stasio, comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, che ha sottolineato "l’importanza della scelta effettuata dall’amministrazione comunale e dal presidente dell’Anc di collocare la sede della neo costituita sezione all’interno dei locali della scuola primaria e dell’infanzia di Ciminna, sancendo così, a livello simbolico, un legame tra il passato, ovvero l’Arma in congedo e il futuro, costituito dalle nuove generazioni”.

Alla commemorazione erano presenti altri sindaci del comprensorio, una nutrita rappresentanza dell’associazione nazionale carabinieri in congedo e la fanfara del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia che si è esibita in un concerto per la cittadinanza.

La cerimonia ha trovato la sua massima esaltazione quando le autorità hanno voluto premiare gli studenti che si sono distinti nel concorso sul tema: “La Legalità in una Società in continua evoluzione. Qual è il ruolo affidato alla scuola e quali gli stimoli offerti dagli atti di eroismo per realizzare la Società del futuro".

Torna su
PalermoToday è in caricamento