Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Mafia, comandante regionale carabinieri visita il Giardino della memoria

Il generale Giovanni Cataldo a breve lascerà il comando per assumere un importante incarico allo Stato Maggiore della Difesa: "Ricordare tutti i caduti è un dovere"

Il generale Giovanni Cataldo, comandante dei carabinieri della Sicilia, in visita privata, ha reso omaggio alle vittime della mafia al Giardino della Memoria di via Ciaculli, il sito confiscato alla mafia e gestito da Unci e Anm. Cataldo a breve lascerà il comando della legione dell'Isola per assumere un altro importante e prestigioso incarico a Roma negli uffici dello Stato Maggiore della Difesa. Al suo posto, negli uffici della caserma Dalla Chiesa di via Vittorio Emanuele arriva il generale Rosario Castello.

Ad accogliere Cataldo al Giardino per l'Unci c’era Leone Zingales, mentre per l’Anm ha partecipato il giudice Lorenzo Jannelli. Il comandante regionale dei carabinieri si è soffermato per un momento di riflessione, tra gli altri, davanti agli alberi che ricordano i giudici Falcone e Borsellino, il maresciallo Vito Jevolella, il medico legale Paolo Giaccone, il prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa, il Beato Giuseppe Puglisi e il giornalista Mario Francese.

"Avevo omaggiato tutte le vittime della mafia, qui a Ciaculli, nei giorni immediatamente successivi al mio insediamento alla Legione della Sicilia - ha osservato il generale Cataldo - e oggi che mi appresto a lasciare quest’isola ribadisco il mio saluto a tutte le vittime: sindacalisti, giornalisti, carabinieri, poliziotti, magistrati, religiosi,  politici, imprenditori che sono stati uccisi dalla mafia nel nome della legalità. Ringrazio i cronisti e i magistrati che qui a Ciaculli, in un luogo davvero eccezionale, svolgono un ruolo importante in tema di risveglio delle coscienze, per la legalità. Ricordare tutti i caduti è un dovere".

"Ringraziamo il generale Cataldo - ha sottolineato Leone Zingales - per avere dedicato il suo personale omaggio qui a Ciaculli a tutte le vittime della mafia. Gli auguriamo i migliori successi nella sua prossima esperienza professionale".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, comandante regionale carabinieri visita il Giardino della memoria

PalermoToday è in caricamento