menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Borrelli, la ressa all'ingresso

Via Borrelli, la ressa all'ingresso

Ztl, ressa agli sportelli per il pass: 200 in coda in via Borrelli

Primo giorno utile per acquistare i tagliandi senza approfittare delle procedure on line. La mancanza di una macchinetta per i turni ha generato il caos. Assemblea sindacale dei vigili: "Sarà difficile far rispettare il provvedimento"

Sportelli Amat presi “d’assalto” per i pass delle Ztl. Primo giorno nel caos in via Borrelli dove da stamattina, in virtù del secondo step, è possibile pagare e ritirare i pass che permetteranno il transito alle auto nelle due zone disegnate dall’Amministrazione comunale. Disagi per gli utenti che già all’alba di oggi si erano messi a turno, scrivendo il proprio nome su un foglietto passato di mano in mano. "E’ una vergogna", commentano nervosi alcuni dei presenti. E intanto continuano ad arrivare le richieste on line, al termine delle quali è possibili chiedere la consegna a casa del pass (entro una settimana) pagando un supplemento di 2,55 euro o andare a ritirarlo fisicamente.

Alla base dei problemi di oggi, oltre alla scapestrata organizzazione dei turni, un ritardo legato all’attivazione del collegamento tra gli sportelli Amat e i terminali della Sispi, la società partecipate del Comune che gestisce i servizi di informatizzazione. Lunghe code, dunque, nei dieci sportelli attivati in via Borrelli 14, aperti sino alle ore 18 e due dei quali riservati ai disabili, che si aggiungono a quelli negli uffici di via Giusti 7/B (dalle 8 alle 12,30 da lunedì a venerdì e dalle 14,45 alle 17 il lunedì e mercoledì) e nei depositi Amat di Roccella e via Leonardo da Vinci (dalle 9 alle 13,30), utilizzando bancomat, carte di credito, postepay e contanti. Un primo giorno caotico per il rilascio dei pass che, qualora il Tar accogliesse il ricorso presentato da alcune associazioni, potrebbero anche essere rimborsati o "congelati" sino a nuovi aggiornamenti.

Assemblea sindacale questa mattina degli agenti della polizia municipale. Tra i temi all'ordine del giorno c'è l'istituzione della zona a traffico limitato decisa dal Comune di Palermo. "Un provvedimento che sarà difficile fare rispettare visto che non ci sono le telecamere che controllano i varchi e vista la mole di auto - dice Nicola Scaglione, del sindacato Csa che ha convocato l'assemblea - non può essere affidato ai soli vigili urbani. Bisogna trovare nuove soluzioni per garantire che il provvedimento sia efficace".

ON LINE - Da oggi, stando a quanto comunicato dall’Amministrazione, i palermitani avrebbero dovuto poter acquistare i pass direttamente da casa (registrandosi al portale della mobilità). Procedura che, per una serie di problemi tecnici di "allineamento" tra i sistemi informatici degli istituti di emissione delle carte di credito e quelli di Poste e Sispi, è stata rinviata di qualche giorno. "I tecnici stanno ormai ultimando l'intervento e quindi il problema sarà risolto entro 48 ore, forse anche entro stasera", spiegano dall'Amat. Un problema che si aggiunge al “boom” di richieste dei primi giorni, quando il sito non ha retto all’accesso simultaneo di centinaia di utenti andando in blocco. Dopo appena 24 ore e l’intervento dei tecnici, però, la situazione è tornata alla normalità e si è arrivati a più di duemila registrazioni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento