rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021

VIDEO | Code per i vaccini in Fiera, Costa chiede pazienza: "Combattiamo tutti insieme"

C'è chi arriva due ore prima dell'orario previsto e chi si presenta alle 6 del mattino senza prenotazione. Chi è prenotato in una fascia oraria prestabilita, deve comunque fare un turno fisico. Il commissario per l'emergenza Covid spiega che a influire sui rallentamenti "sono anche i tempi necessari per le anamnesi di AstraZeneca"

C'è chi si mette in coda due ore prima dell'orario prestabilito e chi si presenta alle 6 del mattino senza prenotazione. Fin dall'apertura dell'hub alla Fiera del Mediterraneo, sui social sono circolate immagini di file e assembramenti. Siamo stati negli spazi di via Sadat per capire i motivi del rallentamento nelle inoculazioni delle dosi. Il commissario straordinario per l'emergenza Covid Renato Costa racconta a PalermoToday che nei giorni passati centinaia di persone - delle categorie previste in questa fase - si sono presentate al centro vaccinale sprovvite di prenotazione. "Le abbiamo vaccinate - dice - e questo ha creato una frenata della macchina organizzativa. Credevamo che fosse preferibile immunizzare il maggior numero di persone seppure con qualche disagio ma per evitarlo - aggiunge Costa con evidente rammarico - già oggi abbiamo mandato a casa tutti coloro che ne erano sforniti". 

Ma come funziona il turno? Per gestire l'afflusso di persone da vaccinare, sono stati predisposti due spazi di attesa all'esterno, uno per over 80 e operatori sanitari, l'altro per il personale scolastico. Attraverso l'apposito sito della Regione, gestito da Poste, in fase di prenotazione viene affidata una fascia oraria, nel caso ad esempio della categoria dei docenti, e un orario predefinito, invece, per gli anziani. Chi è prenotato ad esempio nella fascia che va dalle 13 alle 14, deve comunque fare un turno fisico limitato all'ora indicata ma non pochi presenti ci raccontano di essere in fila da più ore. In coda ci sono anche coloro che devono effettuare la seconda dose. Costa spiega che a influire sui rallentamenti "sono anche i tempi necessari per le anamnesi di AstraZeneca. Ci sono 12 pagine da compilare per stabilire se eventuali patologie o farmaci possono essere incompatibili e i tempi variano da persona a persona". Nell'attesa della tanto agognata dose, qualcuno legge un libro su una sedia portata da casa e qualcun altro si sdraia al sole. L'appello del commissario ai palermitani: "Abbiamo bisogno di essere sostenuti dalla collettività, stiamo combattendo insieme e siamo tutti dalla stessa parte" 

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Code per i vaccini in Fiera, Costa chiede pazienza: "Combattiamo tutti insieme"

PalermoToday è in caricamento