Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Clima pazzo nel 2020, Legambiente: "A Palermo 39 gradi a maggio e alluvione il 15 luglio"

Nell'anno che sta per andare in archivio il nostro Paese ha inanellato un’anomalia dopo l’altra

Viale Regione dopo l'alluvione del 15 luglio

Il 2020, dal punto di vista climatico, ha visto in Italia un intensificarsi degli eventi estremi: sono stati 239 fenomeni meteorologici intensi, in crescita rispetto ai 186 del 2019, con 20 vittime, come rileva l’Osservatorio CittàClima di Legambiente. Tra i casi più rilevanti che hanno segnato l'anno che sta per chiudersi viene menzionata subito l’alluvione del 15 luglio che ha colpito Palermo. "Oltre 200 auto - ricorda Legambiente - distrutte dalla furia dell'acqua, due sottopassi ridotti a una distesa di fango e 135 millimetri di pioggia in poche ore. 

Nel 2020 il nostro Paese ha inanellato un’anomalia dopo l’altra. E sempre a Palermo quest’anno, per la prima volta in 200 anni, sono stati registrati 39 gradi a maggio.

Legambiente ha ricordato poi i fenomeni legati al dissesto idrogeologico che hanno interessato l’autostrada Messina-Palermo. Episodi che l’8 agosto hanno visto l’allagamento di numerose strade cittadine e della costa tirrenica tra Terme Vigliatore e Barcellona Pozzo di Gotto, inclusa l’autostrada A20 Messina-Palermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clima pazzo nel 2020, Legambiente: "A Palermo 39 gradi a maggio e alluvione il 15 luglio"

PalermoToday è in caricamento