Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Bicicletta, questa sconosciuta: Palermo in fondo alla classifica

La percentuale degli spostamenti a pedali è vicina allo zero, insieme a Roma, Napoli e Genova. Gli amici della bici: "Mancano i posteggi sicuri e le piste ciclabili". Orlando: "Valorizzeremo le due ruote come mezzo privilegiato"

L'assessore Giuseppe Barbera si gode una passeggiata in bici a Mondello - foto Mario Cucina

Sebbene le statistiche sull’uso delle biciclette parlino chiaro sulla maggiore diffusione che stanno avendo in tutta Italia, a Palermo la percentuale di spostamenti in bici è vicina allo zero. Il risultato, elaborato a partire da dati di Legambiente, è del blog specializzato Bicisnob. Il sito, in particolare, ha raccolto i dati comunali sul modal split, l'indicatore che misura quale tipo di mezzo di trasporto viene utilizzato per muoversi, e ha così avuto la possibilità di stilare una graduatoria aggiornata al 2012 delle città più “pedalate”.

Sopra tutte c'è Bolzano, col 29% di spostamenti in bicicletta all'interno del centro urbano, seguita da Ferrara (27%), Venezia-Mestre (20%), Treviso (19%), Biella e Pavia (18%), Padova (17%) e Cremona (16%). Tutte città del nord, piccole o di medie dimensioni, che sono riuscite a raggiungere standard nordeuropei in relazione alla mobilità ciclabile. Seguono altri 8 capoluoghi con percentuali di spostamenti tra il 10 e il 15% (Reggio Emilia, Novara, Pisa, Forlì, Udine, Vercelli, Parma e Modena) e un altro gruppetto di 9 comuni dove la bici quantomeno si fa notare, usata almeno dal 5% della popolazione (Monza, Verona, Cuneo, Trento, Vicenza, Bologna, Firenze, Livorno, Siena). Ci sono infine altre 5 città dove i ciclisti urbani oscillano tra il 2 e il 4% della popolazione mobile (La Spezia, Bergamo, Brescia, Lecce e Torino).

Nel resto dei capoluoghi, fra cui Palermo, di pedali non se ne vede l’ombra. Con la nostra città ad essere poco virtuose negli spostamenti “leggeri” anche Roma, Napoli e Genova. La nostra bassa posizione in classifica è anche colpa dei percorsi a ostacoli cui si devono sottoporre i ciclisti palermitani, e al gran numero di biciclette rubate che certo non ne incentiva l’utilizzo con il rischio di dover tornare a casa a piedi. Un incremento di strutture per il posteggio sicuro, con la possibilità di legare la catena al telaio e non alla ruota, aiuterebbe. Eppure anche qui qualcosa si sta muovendo.

Domenica scorsa il sindaco Orlando, insieme agli assessori Tullio Giuffrè e Giuseppe Barbera hanno partecipato a un evento di Palermo Ciclabile pedalando da Piazza Croci al Foro Italico e ritorno. Con l’impegno, a detta di Orlando, “di costituire un tavolo di confronto e consultazione tramite il quale elaborare le forme di promozione, valorizzazione e tutela della bicicletta come mezzo di spostamento urbano privilegiato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bicicletta, questa sconosciuta: Palermo in fondo alla classifica

PalermoToday è in caricamento