rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Civico, al via crowfunding per la medicheria a misura di bimbo: "Vorremmo creare una stanza dei sogni"

L'iniziativa è targata Aslti, l'associazione siciliana contro le leucemie e i tumori infantili, che compie 40 anni e per celebrare questo compleanno lancia la raccolta fondi: al via le donazioni da parte dei sostenitori per sostenere la mission "In ospedale come a casa"

L'Aslti, l'associazione siciliana contro le leucemie e i tumori infantili, compie 40 anni e per celebrare questo compleanno lancia un crowdfunding: al via le donazioni da parte dei sostenitori per sostenere la mission "In ospedale come a casa". L'obiettivo è dare un nuovo volto alla medicheria dell'unità operativa di Oncoematologia pediatrica dell'Azienda ospedaliera Civico di Palermo: colorarla, renderla più a misura di bambini e adolescenti che, ogni giorno, la frequentano per sottoporsi alle terapie e guarire da leucemie e tumori.

"Vorremmo creare una "stanza dei sogni" - sottolinea Ilde Vulpetti, direttrice dell'area operativa di Aslti- un posto più colorato e allegro dove vengono effettuate importanti procedure in sedazione.  Migliorare la qualità di vita e il benessere psicologico attraverso un intervento di umanizzazione degli ambienti di cura serve a  ridurre l'ansia e l'angoscia legata alla procedure mediche. Progetteremo una stanza per facilitare l'esecuzione di queste procedure e delle terapie e accompagnare il percorso dei pazienti e delle famiglie, percorso che ha come obiettivo non solo il curare ma il prendersi cura in maniera globale della persona".

La medicheria sarà dipinta con disegni e con colori vivaci, arredi e attrezzature mediche saranno rinnovati. Per donare un contributo ci si può collegare al sito liberidicresere.it o alla pagina facebook di Aslti seguendo la procedura per la donazione, o direttamente a questo link.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civico, al via crowfunding per la medicheria a misura di bimbo: "Vorremmo creare una stanza dei sogni"

PalermoToday è in caricamento