rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Terrasini / Via Ciucca

Cinisi-Terrasini, dietrofront della Capitaneria: divieto di transito al porto

Dal 13 giugno cambia tutto: solo gli addetti ai lavori e i veicoli muniti di pass potranno avere accesso all'area demaniale. Il traffico rischia di andare in tilt e i sindaci corrono ai ripari

Stop al transito delle auto in via delle Capitanerie di porto, strada d'accesso al porto di Cinisi-Terrasini che collega i due Comuni confinanti. La nuova viabilità scatterà dal prossimo 13 giugno. Lo ha deciso il comandante, tenente di vascello Stefano Lamanna firmando un'apposita ordinanza. “A distanza di circa tre anni dall’apertura al traffico veicolare delle zone portuali, considerata la situazione di pericolosità delle aree in questione e l’abbandono incontrollato di rifiuti, l’Autorità marittima di Terrasini – si legge nell'ordinanza – ha deciso di chiudere nuovamente ai veicoli non autorizzati il transito”.

L'area demaniale marittima è di proprietà della Regione e le competenze in materia di sicurezza spettano alla Capitaneria locale che da tre anni ha autorizzato il passaggio di auto e moto per aiutare i Comuni di Cinisi e Terrasini a gestire il traffico intenso sul litorale durante il periodo estivo. Secondo il comandante la situazione però sarebbe sfuggita di mano, da qui il dietrofront. Presto la Capitaneria chiuderà la sbarra mobile, già presente all’altezza dell’Ufficio circondariale marittimo (visibile nella foto in alto), le cui chiavi saranno consegnate agli aventi diritto all'accesso: gli addetti ai lavori e un numero ristretto di utenti del porto che verranno autorizzati attraverso il rilascio di un apposito pass. 

Tocca alle amministrazioni di Cinisi e Terrasini adesso evitare che il traffico nell'area si congestioni un'altra volta trovando la soluzione migliore per la nuova viabilità. La parte alta di via Ciucca, a senso unico perchè molto stretta, tornerà a doppio senso di marcia? Il sindaco di Terrasini, Giosuè Maniaci, lo esclude: "Stiamo cercando una soluzione diversa e fino a stamattina abbiamo avuto un vertice tra le parti per confrontarci sul tema. Il comandante ha posto un problema di sicurezza nell'area e gli operai del Comune sono già all'opera per creare un percorso guidato lungo la via delle Capitanerie di porto installando dei paletti che delimitino la carreggiata (visibili nella gallery in basso) per evitare così che le auto possano finire in acqua". Questo è soltanto uno dei provvedimenti che le due amministrazioni avrebbero dovuto mettere in atto già da tempo, dopo essere arrivati all'accordo che ha permesso di aprire il transito alle auto. Il tenente Lamanna, nell'ordinanza, lamenta anche l'assenza di segnaletica e di illuminazione oltrechè la sosta "selvaggia" di molti automobilisti, soprattutto nel fine settimana. "Nell'area portuale i controlli da parte dei due Comuni sono stati assenti - ammette Maniaci - ma manderemo la polizia municipale a presidiare la zona". Il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo conferma l'impegno preso: "La polizia municipale sarà presente e stiamo lavorando a un progetto per sopperire alle esigenze di sicurezza". Basteranno le buone intenzioni dei due amministratori a far cambiare idea alla Capitaneria e scongiurare la chiusura?

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinisi-Terrasini, dietrofront della Capitaneria: divieto di transito al porto

PalermoToday è in caricamento