Cronaca Via L. Sciascia

"Valori dell'acqua non regolari", a Cinisi di nuovo "vietato bere"

Il sindaco Palazzolo ha diffidato i curatori fallimentari dell'Aps "a disporre immediatamente la pulizia e sanificazione sia del serbatoio Case Api, sia della rete di distribuzione idrico-potabile, e a predisporre i controlli analitici delle acque"

Ci risiamo: il comune di Cinisi ha emesso una nuova ordinanza di "non potabilità dell'acqua". Non si tratta della prima volta visto che da giugno ad oggi il sindaco Salvatore Palazzolo ne ha firmate diverse.

La storia è sempre la stessa: "l’Asp Dipartimento di prevenzione ed igiene di Palermo comunica che a seguito di controlli effettuati dal personale Tpall presso il comune di Cinisi, sono state riscontrate sui campioni di acqua prelevati all’uscita del serbatoio Case Api in via Sciascia, modifiche della qualità delle acque e instabilità di valori e parametri chimico-fisico".

Considerato il rischio sotto il profilo igienico sanitario, al fine di salvaguardare la salute pubblica su tutto il territorio comunale il sindaco emette il provvedimento per avvisare la popolazione a limitare l’utilizzo dell’acqua esclusivamente ad uso igienico e ne vieta il consumo e l'uso per fini alimentari. Poi, alle volte dopo qualche settimana, altre volte dopo poco più di un mese, quando l'acqua torna ad avere parametri normali, il sindaco emette una nuova ordinanza che revoca il divieto. Questa volta quanto tempo passerà?

Da cittadini ci auguriamo che i curatori fallimentari di Acque potabili siciliane S.p.a., dispongano immediatamente la pulizia e la sanificazione sia del serbatoio Case Api, sia della rete di distribuzione idrico-potabile, e predispongano i controlli analitici delle acque trasmettendoli all’Uoc Asp di Palermo così come diffidato dal primo cittadino nell'ordinanza firmata 19 novembre e pubblicato oggi sul sito.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Valori dell'acqua non regolari", a Cinisi di nuovo "vietato bere"

PalermoToday è in caricamento