rotate-mobile
Cronaca

Rotoli, mancano i sacchi per gli spurghi: "Ci sono salme col posto assegnato che non si possono seppellire"

Penalizzati anche coloro i quali hanno le tombe di famiglia. La denuncia dei leghisti Igor Gelarda e Maria Pitarresi: "In meno di 30 giorni, i sacchi sono già finiti due volte. L'assessore Sala intervenga". Su questo caso è stata presentata un'interrogazione consiliare

Al cimitero dei Rotoli sono stati sospesi gli spurghi perché mancano i sacchi necessari a contenere zinco, legno e resti di vestiti, cge vengono considerati rifiuti speciali. I ritardi nelle estumulazioni bloccano di fatto le sepolture delle salme in deposito, che si aggirano sempre attorno a 900, anche quelle che un posto già ce l'hanno nelle tombe di famiglia.

La denuncia arriva dai leghisti Igor Gelarda e Maria Pitarresi, che affermano: "Ci sono feretri che pure avrebbero il posto già assegnato, tombe di famiglia appunto, che sono costrette ad attendere oltre 20 giorni al deposito. Non solo non è la prima volta che mancano i sacchi al cimitero, ma addirittura è già la seconda volta dall'inizio del 2022: in meno di 30 giorni, i sacchi sono già finiti due volte. Una situazione che ormai è diventata paradossale, ma fotografa la gestione che l'amministrazione ha sul principale cimitero della città".

Gelarda e Pitarresi hanno presentato un'interrogazione consiliare per capire come vengono gestite le gare per l'acquisto di questo materiale. "Abbiamo chiesto immediatamente l'intervento dell'assessore Sala, perché è intollerabile che manchino pure i presidi necessari alle estumulazioni. Questa è l'ennesima, incredibile, vergogna che interessa il cimitero dei Rotoli". Abbiamo provato a rintracciare l'assessore e il direttore del cimitero per acquisire maggiori dettagli, ma senza esito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotoli, mancano i sacchi per gli spurghi: "Ci sono salme col posto assegnato che non si possono seppellire"

PalermoToday è in caricamento