rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Partinico / Via Madonna S. S. del ponte

Profanata tomba a Partinico, ladri cercavano collane e orecchini

A scoprirlo è stato il personale del camposanto, che ha subito allertato la polizia. Dopo aver rotto la lastra di marmo e scoperchiata la bara, i malviventi hanno praticato un foro nella lastra di zinco, proprio all'altezza del volto. Sul posto anche la scientifica

Ladri profanano una tomba alla ricerca di oggetti preziosi. E' accaduto ieri nel camposanto di Partinico, dove i ladri hanno aperto la bara di una donna di 89 anni, Saveria Di Giuseppe, deceduta nel febbraio dello scorso anno. Hanno divelto il coperchio in legno e praticato un foro nella lastra di zinco, della larghezza di una mano. La polizia ha disposto la temporanea chiusura del cimitero per questioni igienico-sanitarie e per permettere i rilievi della scientifica.

A fare l'incredibile scoperta è stato il personale del cimitero, che ha subito allertato le forze dell'ordine. Qualcuno aveva profanato un loculo che si trova vicino all'ingresso, in un vialetto laterale. I ladri, rimasti ignoti, hanno rotto la lastra di marmo ed estratto la bara. Dopo averla poggiata per terra e scoperchiata, hanno realizzato un foro proprio all'altezza del collo, forse a caccia di collane e orecchini preziosi che potrebbero essere gli oggetti immortalati nella foto apposta sulla lapide.

I poliziotti giunti sul posto hanno disposto la chiusura temporanea del cimitero di Partinico, per problemi di carattere igienico-sanitario, dato che la bara era stata lasciata aperta, e per consentire di svolgere gli accertamenti. Anche la scientifica di Palermo, infatti, è intervenuta per raccogliere eventuali tracce o impronte lasciate dagli autori del raid. Il magistrato ha deciso che la salma venisse nuovamente tumulata e, dunque, il camposanto dovrebbe riaprire tra oggi e domani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profanata tomba a Partinico, ladri cercavano collane e orecchini

PalermoToday è in caricamento