Cronaca

Ricordato a Ciminna il carabiniere scelto Clemente Bovi

Assassinato l'8 settembre del 1959, nel tentativo di arrestare le scorribande di un gruppo di banditi in un conflitto a fuoco nella zona di Corleone

Ricordato a Ciminna, nel 56esimo anniversario della sua uccisione, il carabiniere scelto Clemente Bovi, insignito della medaglia d'oro al valor militare e assassinato l'8 settembre del 1959, nel tentativo di arrestare le scorribande di un gruppo di banditi in un conflitto a fuoco nella zona di Corleone. Una corona d'alloro è stata deposta sulla lapide in memoria della vittima, in piazza Umberto I, a Ciminna.

Erano presenti, tra gli altri, oltre ai familiari del carabiniere, il sindaco del comune nel palermitano, Vito Catalano, il comandante provinciale dei Carabinieri di Palermo, colonnello Giuseppe De Riggi, ed una rappresentanza dell'Arma. Per l'omicidio del carabiniere scelto Clemente Bovi sono stati condannati all'ergastolo dalla Corte d'Assise di Palermo, nel dicembre 1962, Francesco Guarisco e Giuseppe Pirrello, entrambi di Gibellina.

Alla commemorazione hanno partecipato inoltre il prefetto Carmelo Aronica, commissario dello Stato per la Regione Sicilia; il vice prefetto di Palermo, Laura Franchina; il Questore di Palermo, Guido Nicolò Longo; il comandante provinciale della Guardia di Finanza, generale Giancarlo Trotta; una rappresentanza dell'Associazione Nazionale Carabinieri di Palermo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricordato a Ciminna il carabiniere scelto Clemente Bovi

PalermoToday è in caricamento