Per 4 anni guidò la compagnia di San Lorenzo, Angelillo nuovo comandante dei carabinieri a Napoli

Cambio al comando del Reparto operativo dei carabinieri di Napoli dove subentra Christian Angelillo, che vanta un lungo passato a Palermo

Cambio al comando del Reparto operativo dei carabinieri di Napoli dove subentra Christian Angelillo, che vanta un lungo passato a Palermo. Il comandante provinciale di Napoli, generale di brigata Canio Giuseppe La Gala, ha presentato questa mattina il nuovo comandante del reparto operativo, il tenente colonnello Angelillo, che subentra al colonnello Alfonso Pannone, nuovo comandante provinciale di Frosinone. Nato 43 anni fa a Gioia del Colle (Bari), Angelillo si è arruolato nell'Arma dei Carabinieri nel 1996. Ha frequentato la Scuola Militare Nunziatella di Napoli e, tra il 1996 e il 1998, l'Accademia di Modena. Ha successivamente frequentato il corso Allievi Ufficiali conseguendo la laurea in giurisprudenza e in scienze della sicurezza interna ed esterna. Dopo aver comandato per un anno una compagnia della scuola allievi di Benevento, ha assunto il comando della seconda sezione radiomobile di Napoli. Dal 2003 al 2005 ha comandato la quinta sezione "indagini patrimoniali" del Nucleo investigativo di Napoli e successivamente assunto il comando della Compagnia di Patti (Messina), dove ha trascorso 3 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora in Sicilia, dal 2008 al 2012, ha comandato la Compagnia di Palermo San Lorenzo per poi rientrare nuovamente in Campania, dove ha diretto da comandante il Nucleo investigativo di Castello di Cisterna fino al 2015. Per un anno, dal 2015 al 2016, ha ricoperto il ruolo di ufficiale addetto alla seconda sezione dell'Ufficio Criminalità organizzata, eversione e terrorismo del Comando generale e dal 2016 allo scorso 7 settembre quello di Capo della terza sezione "cooperazione internazionale operativa di polizia" del medesimo ufficio. "E' mia intenzione mantenere la continuità delle attività svolte sulla base delle linee strategiche e operative già tracciate dal comandante provinciale - ha dichiarato Angelillo - continuare il lavoro già avviato dal mio predecessore e rinnovare l'entusiasmo nelle attività investigative, per contrastare il crimine organizzato, in tutela della collettività, delle attuali e delle future generazioni. Si darà, dunque, forte impulso all'aggressione ai patrimoni illecitamente accumulati dalla criminalità organizzata e a ogni forma di condizionamento della pubblica amministrazione. Sarà portata avanti un'azione di prevenzione strutturale, in raccordo con le svariate propaggini territoriali ed operative del Comando provinciale di Napoli. Un'attività organica e strategica di contrasto al crimine a tutela del tessuto culturale, economico e sociale", ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • "Cocktail in mano e mascherine al gomito": due pub chiusi per violazione norme anti Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento