rotate-mobile
Il caso

Chiude l'ufficio speciale Immigrazione, è polemica: "La Regione affossa l'inclusione"

In una lunga nota l'organizzazione di volontariato Prima gli ultimi contesta la soppressione dello sportello: "Le competenze vengono accorpate al Dipartimento Famiglia che non ha in materia le risorse umane, l’esperienza e le relazioni acquisite nel corso degli anni,csoprattutto nei rapporti con l’Unione europea"

La Regione chiude sei uffici speciali, ma la cessazione di uno in particolare fa discutere. "La soppressione dell'ufficio speciale Immigrazione, da parte della giunta di governo, che lo aveva istituito nel 2014, porta come conseguenza immediata il venir meno di numerose azioni tendenti a favorire il percorso di integrazione dei migranti nella nostra Regione", si legge in una lunga nota dell'organizzazione di volontariato Prima gli ultimi.

Secondo l'associazione il taglio dell'ufficio speciale Immigrazione avrà delle conseguenze: "Le competenze vengono accorpate al Dipartimento Famiglia che non ha in materia le risorse umane, le competenze, l?esperienza e le relazioni acquisite nel corso degli anni, soprattutto nei rapporti con l?Unione europea e le altre regioni italiane. Ma soprattutto non ha le competenze per affrontare tutte le problematiche legate al fenomeno migratorio che fanno capo ad altri dipartimenti quali ad esempio quelli del lavoro, della sanità, della formazione professionale, della scuola, ecc. Tutti aspetti che risentiranno parecchio negativamente dalla nuova situazione che è venuta a determinarsi, con conseguenze disastrose per quanto riguarda il processo di integrazione dei migranti.

Prima gli ultimi inoltre sottolinea che "stiamo parlando di un fenomeno che riguarda 250 mila extracomunitari regolari in Sicilia, 41 insediamenti informali censiti che hanno una presenza approssimativa stimata tra 10 e 40 mila migranti, E poi c?è l?esercito degli irregolari che nessuno sa esattamente quanti siano. Una così vasta popolazione presente nel nostro territorio e con numerose e complesse problematiche da affrontare non può non avere una struttura dedicata con una visione univoca e con risorse umane sufficienti e competenti per gestire il fenomeno".

E ancora: "Va detto che l?ufficio speciale Immigrazione, grazie alle progettazioni realizzate e alle relazioni che ha messo in campo, ha portato in Sicilia 10 milioni di euro che devono essere rendicontati all?Unione europea entro il prossimo mese di marzo, e se ciò non viene fatto si configura un danno erariale nei confronti della Regione. Lo stesso ufficio sta elaborando progetti per altri 50 milioni di euro che adesso non si sa che fine faranno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude l'ufficio speciale Immigrazione, è polemica: "La Regione affossa l'inclusione"

PalermoToday è in caricamento