Cronaca

Terrasini, cadono calcinacci: piscina comunale chiusa

Il crollo si è verificato giovedì scorso all'interno dello spogliatoio femminile. Non ci sono stati feriti. Il presidente della squadra di pallanuoto: "Da otto anni non viene fatta manutenzione". Già domani dovrebbero partire i lavori

"La piscina rimarrà chiusa fino a nuove disposizioni per lavori di manutenzione e ripristino degli impianti", comunica l'amministrazione in una nota pubblicata sul sito ufficiale del Comune di Terrasini. Il motivo? Giovedì in uno dei quattro spogliatoi, quello femminile, presenti all'interno della struttura sono caduti dei calcinacci di gesso. "All'interno non c'era nessuno e quindi nessuno si è fatto male. L'impianto è stato chiuso per motivi di sicurezza subito dopo la segnalazione del piccolo crollo, fatta dai dipendenti comunali che lì prestano servizio", spiegano dal Comune.

"Da otto anni non viene fatta la manutenzione ordinaria, nonostante sia stata più volte sollecitata", dichiara Rosuccio Giliberti, il presidente della Rari Nantes, la società di pallanuoto che lì si allena. "In questo periodo dell'anno, la piscina dovrebbe fare i maggiori incassi e invece chiude", continua Giliberti.

"Noi come società siamo in difficoltà  - conclude Giliberti - perchè stiamo giocando i campionati under 11, 13 e 17, dove tra le altre cose siamo in testa alla classifica, e anche la serie C. Per non crearci dei disagi ci è stato garantito un pronto intervento ma nel frattempo, non potendoci allenare lì siamo costretti ad effettuare delle trasferte e quindi a sostenere dei costi aggiuntivi. Oggi andremo a Palermo dove ci sono delle società che ci ospitano e che ringraziamo per questo".

Il Comune, contattato da PalermoToday, fa sapere che già domani dovrebbero partire i lavori e che in due, tre giorni la piscina dovrebbe riaprire. 

Duro il commento del consigliere d'opposizione Nunzio Maniaci su Facebook: "La chiusura è la prova tangibile di assenza di programmazione e di incompetenza. Le dimissioni dell'assessore Viviano sono dovute".

I consiglieri d'opposizione fanno sapere, attraverso Fabio Viviano, che domattina presenteranno la richiesta di un consiglio comunale straordinario ed urgente. "Gli indifferibili interventi di manutenzione straordinaria erano stati individuati già lo scorso anno dall’opposizione consiliare che, in sede di approvazione del  Bilancio di Previsione 2014, presentava ben due emendamenti finalizzati proprio ad effettuare le manutenzioni straordinarie degli stessi beni; emendamenti bocciati dalla maggioranza consiliare e che avevano ricevuto il parere negativo dell’ufficio tecnico comunale. Pertanto nel rispetto delle regole politiche ed amministrative, invitiamo la signoria vostra senza indugio, alla convocazione d’urgenza di un Consiglio comunale ad hoc entro le prossime 24 ore", si legge nella nota.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrasini, cadono calcinacci: piscina comunale chiusa

PalermoToday è in caricamento