rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Polizia / Palazzo Reale-Monte di pietà / Via dei Candelai

Due ragazzine in coma etilico, il titolare non chiama i soccorsi: chiuso locale in via Candelai

Nel mirino del questore finisce il pub Don Chisciotte. L'esercente avrebbe venduto alcol a due minorenni, di 12 e 14 anni, e poi non si sarebbe nemmeno preoccupato di aiutarle. Sospesa la licenza e saracinesca abbassata per 30 giorni

Alcol venduto a due ragazzine di 12 e 14 anni che sono andate in coma etilico finendo in ospedale. Per questo è stata sospesa la licenza di pubblico esercizio e stabilita la chiusura per un mese nei confronti del Don Chisciotte, un pub di via Candelai. Il provvedimento di chiusura dell’esercizio è stato deciso dal questore Leopoldo Laricchia ed eseguita dalla divisione di polizia amministrativa e sociale.

"Entrambe - si legge in una nota della questura - sono arrivate al pronto soccorso in stato di incoscienza dopo aver bevuto di alcol. I poliziotti hanno poi riscontrato che quell’alcol fosse stato somministrato alle minorenni all’interno del locale di via Candelai, provocando malessere e uno stato confusionale che ha impedito alle due ragazze persino di contattare i propri familiari". 

L’esercente non si sarebbe limitato a vendere alcol alle due minorenni in barba alla legge, ma non avrebbe nemmeno attivato la macchina dei soccorsi. "Non avrebbe - concludono dalla questura - nè chiamato un’ambulanza per un pronto intervento medico o dato aiuto alle due giovani".

Don Chisciotte via Candelai-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due ragazzine in coma etilico, il titolare non chiama i soccorsi: chiuso locale in via Candelai

PalermoToday è in caricamento