Chiusa Sclafani, magnete nascostro dietro un peluche: arrestata titolare di un bar

Il trucco che le aveva consentito di ridurre i consumi di energia necessari ad alimentare l'esercizio commerciale. Dopo la convalida dell'arresto è stata condannata a otto mesi di reclusione

Con l'accusa di furto aggravato di energia elettrica i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato a Chiusa Sclafani la titolare di un bar. Durante un'ispezione nel locale i militari, insieme a personale dell'Enel, hanno accertato che la 35enne - L.M.P. - aveva sistemato un magnete sopra il contatore dell'energia, camuffandolo dentro un peluche. Un trucco che le aveva consentito di ridurre i consumi di energia necessari ad alimentare il bar. Dopo la convalida dell'arresto è stata condannata a otto mesi di reclusione e 300 euro di multa con pena sospesa. Da quantificare invece la somma che dovrà versare alla società erogatrice (l'Enel) per il danno subito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Non si ferma l'ondata di maltempo su Palermo: prosegue l'allerta meteo arancione

Torna su
PalermoToday è in caricamento