Chiusa Sclafani, magnete nascostro dietro un peluche: arrestata titolare di un bar

Il trucco che le aveva consentito di ridurre i consumi di energia necessari ad alimentare l'esercizio commerciale. Dopo la convalida dell'arresto è stata condannata a otto mesi di reclusione

Con l'accusa di furto aggravato di energia elettrica i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato a Chiusa Sclafani la titolare di un bar. Durante un'ispezione nel locale i militari, insieme a personale dell'Enel, hanno accertato che la 35enne - L.M.P. - aveva sistemato un magnete sopra il contatore dell'energia, camuffandolo dentro un peluche. Un trucco che le aveva consentito di ridurre i consumi di energia necessari ad alimentare il bar. Dopo la convalida dell'arresto è stata condannata a otto mesi di reclusione e 300 euro di multa con pena sospesa. Da quantificare invece la somma che dovrà versare alla società erogatrice (l'Enel) per il danno subito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Mercatini, spiagge e pulizia delle strade: ecco il lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza

Torna su
PalermoToday è in caricamento