Cronaca

Arrivano i Nas al Policlinico: carenze strutturali, chiude Rianimazione

A decretare lo stop sarebbe stata proprio la direzione del nosocomio. Controlli nel reparto, che ospita otto posti letto: i carabinieri hanno riscontrato condizioni igienico sanitarie precarie. Trasferiti i pazienti

Blitz dei Nas all’interno del reparto di Rianimazione del Policlinico Paolo Giaccone, che hanno disposto la chiusura dei locali. I carabinieri del nucleo anti sofisticazione sono intervenuti ieri pomeriggio, forse in seguito a una segnalazione di una paziente. A decretare la chiusura sarebbe stata proprio la direzione del nosocomio.

I Nas hanno riscontrato condizioni igienico sanitarie precarie e carenze strutturali. Controlli nel reparto, che ospita otto posti letto: alla fine i pazienti sono stati trasferiti in un’altra sezione dell’ospedale in attesa dei lavori. Il servizio non sarà interrotto. Le operazioni di adeguamento potrebbero essere completate nell'arco di un mese.

Intanto, la direzione aziendale del Policlinico in una nota rende noto che "il trasferimento dei due pazienti ricoverati nell'unità operativa di Rianimazione, avvenuto ieri, era già stato disposto per consentire alcuni lavori di ristrutturazione già programmati. I lavori dureranno circa 20-30 giorni e non sono stati avviati in precedenza poiché non erano disponili idonei locali in cui ricoverare adeguatamente i pazienti critici. Lo spostamento delle attività è stato possibile utilizzando la nuova sala rianimazione della cardiochichirurgia recentemente ristrutturata e messa a norma. Questa sala rianimazione ha una dotazione di sette posti letto contro gli otto di quelli presenti nell'UO di Rianimazione. Il trasferimento è avvenuto senza alcun disagio per i pazienti poiché le due strutture sono allocate nello stesso plesso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano i Nas al Policlinico: carenze strutturali, chiude Rianimazione

PalermoToday è in caricamento