Rinascente a rischio chiusura, lavoratori in sciopero: "Costo affitto fuori mercato"

L'agitazione è stata indetta da Filcams Cgil Palermo e Uiltucs Uil Sicilia ed è in programma per l'11 e il 12 settembre. I sindacati sottolineano "la situazione di incertezza riguardante il futuro occupazionale e l'assenza di comunicazioni certe"

Braccia incrociate per due giorni e un sit in in piazza San Domenico. Così il personale della Rinascente risponde alla possibile chiusura del punto vendita di via Roma per il mancato rinnovo del contratto d'affitto. L'agitazione indetta da Filcams Cgil Palermo e Uiltucs Uil Sicilia è in programma per l'11 e il 12 settembre dalle 10 alle 20,30.

I sindacati sotolineano "la situazione di incertezza riguardante il futuro occupazionale delle lavoratrici e dei lavoratori e l'assenza di comunicazioni certe circa la rinegoziazione del contratto di affitto dei locali". Da nove anni il canone è di due milioni e 400 mila euro l’anno per un immobile di oltre 4 mila metri quadrati. Un costo che Rinascente ritiene troppo alto rispetto al valore di mercato. La proposta di ribasso è stata rifiutata gettando una pesante ombra sul futuro dei lavoratori ma anche sul panorama economico cittadino.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento