rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

"Chiude il cimitero": mattinata di tensione ai Rotoli, scoppia la protesta e arriva il dietrofront

I fiorai hanno espresso il loro malcontento davanti ai cancelli. Intervento massiccio della polizia. Il divieto di accesso (fissato inizialmente per il weekend) scatterà nella giornata di martedì 26 per consentire le operazioni di manutenzione sugli alberi pericolanti. Gelarda: "Ma i tempi potrebbero essere anche lunghissimi"

La decisione di chiudere il cimitero per consentire i lavori sugli alberi pericolanti, le tensioni davanti ai cancelli, l'intervento massiccio della polizia, il dietrofront. C'è tutto questo intorno al "caso" che ha travolto i Rotoli. Nelle scorse ore, era giunta la notizia della chiusura fino a martedì 26. Adesso, dopo l'intervento del consigliere Ottavio Zacco e la protesta dei fiorai, la struttura oggi è stata aperta. E così sarà anche domani e il 25 aprile. La chiusura scatterà nella giornata di martedì 26 per consentire la manutenzione degli alberi pericolanti (e non si sa fino a quando si andrà avanti).

Proprio quest'ultima ragione, aveva portato alla chiusura. Immediata la protesta dei fiorai, che hanno espresso il loro malcontento davanti ai cancelli del cimitero, poiché si sarebbero ritrovati con ingenti quantità di fiori che sarebbero rimasti invenduti. Tensioni questa mattina con la polizia che è dovuta intervenire per calmare gli animi delle decine di parenti dei defunti che venuti a trovare i loro cari.

A sollevare il caso è stato il consigliere comunale Ottavio Zacco, il quale aveva sottolineato l'ennesimo disagio causato dall'amministrazione Orlando. "Ho, da subito, chiesto l'intervento del sindaco per l'immediata riapertura - dice Zacco -. E' già abbastanza vergognosa la situazione dei cimiteri a Palermo, come è noto a tutti. Il settore Ville e Giardini non ha fatto nulla. Sarebbe stato più opportuno, immediatamente, fare un censimento degli alberi pericolosi. Almeno, adesso, i cittadini potranno andare a trovare i propri cari nel fine settimana".

Sulla vicenda è intervenuto anche il capogruppo della Lega Igor Gelarda insieme alla responsabile del dipartimento famiglia Giuliana Sgroi: "Ancora disagi al cimitero dei Rotoli che il Comune ha deciso di chiudere per ben quattro giorni, proprio in occasione del lungo ponte del 25 aprile - dicono in coro -. La situazione sembra però essere ancora più grave di ciò che fa trasparire il Comune . A seguito di alcune verifiche tecniche fatte nei giorni scorsi dall'ufficio ville e giardini, sembra che gli alberi a rischio di schianto siano parecchie decine, per problemi legati all'apparato Radicale degli alberi. Oggi, domani e dopodomani non è previsto nessun intervento tecnico da parte del comune. Tecnici che torneranno ai Rotoli solo martedì. Ma non si esclude, data la delicatezza e la pericolosità della situazione, che la chiusura potrà protrarsi per altri giorni. Oppure che si sarà costretti ad interdire intere parti cimitero, anche consistenti per tempi che potrebbe essere anche lunghissimi. Ancora una volta il cimitero dei Rotoli è vittima dell'incapacità di chi lo gestisce, ancora una volta i palermitani sono costretti all'umiliazione di non poter neanche portare un fiore ai loro cari. Cari che spesso  non hanno ancora avuto neanche diritto ad una sepoltura", concludono Gelarda e Sgroi

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiude il cimitero": mattinata di tensione ai Rotoli, scoppia la protesta e arriva il dietrofront

PalermoToday è in caricamento