menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le attività al Centro Amazzone

Le attività al Centro Amazzone

Tumore al seno, chiude lo storico presidio del centro Amazzone

La sede di corso Alberto Amedeo dovrebbe tornare all’azienda Arnas Civico che ne è proprietaria. Le fondatrici spiegheranno in un incontro i motivi di questa sofferta vicenda. Anna Barbera: ”Viene interrotto così un servizio innovativo nell'ambito della cultura della malattia”

Palermo perde un presidio per la lotta contro il cancro al seno. L’associazione Arlenika Onlus chiude la sua sede storica del Centro Amazzone "perché costretta a lasciare il villino Basile che ritorna all’Arnas-ospedale Civico che ne è il proprietario". Gli altri motivi di questa sofferta vicenda saranno illustrati lunedì prossimo, alle ore 11, nei locali di corso Alberto Amedeo 13. "Viene interrotto così un servizio innovativo nell'ambito della cultura della malattia legato all'esperienza umana del cancro al seno - dice Anna Barbera, una delle fondatrici - che ha dato risposte a migliaia di donne sia in programmi di prevenzione globale, che di sostegno alle pazienti".

Il centro, nato alla fine del 1999, è stato promosso dall’associazione Arlenika in collaborazione con il Comune e l’azienda ospedaliera "Civico", "Di Cristina", "Ascoli". E’ stato da sempre "strutturato come laboratorio multidisciplinare contro il cancro - si legge sul sito - secondo le linee guida del Progetto Amazzone. Primo modello di integrazione tra medicina e cultura, annulla sul piano operativo la distanza e la differenza tra sani ed ammalati, tra il dolore e le forme culturali del nostro tempo, facendo procedere insieme le aspettative di guarigione con la crescita della persona. Le attività - concludono - sono dedicate alla prevenzione del cancro al seno e al sostegno delle donne nel percorso della malattia, sotto il segno comune del potenziamento e della valorizzazione delle risorse umane".

Per quell’importante spazio, dove l’attività si articola in tre aree (prevenzione del cancro al seno e sostegno nella malattia, spazio di cultura scientifica “Marie Curie”, laboratorio teatrale “Teatro Studio “Attrice/Non”), non si prospetta per il momento alcuna alternativa. "Speriamo - spiega la volontaria Lina Prosa - che la città si prenda carico di un servizio ventennale ritenuto da tutte le parti unico nel panorama culturale non solo nazionale". All’incontro fissato per il prossimo lunedì sono stati invitati anche il direttore generale dell’Arnas Civico, Giovanni Migliore, e il sindaco Leoluca Orlando.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento