rotate-mobile
Cronaca

"Incendiò un chiosco": palermitano di 46 anni finisce a processo

Si tratta di Francesco Torres, 46 anni. I fatti, avvenuti a Gorizia, risalgono alla notte tra il 24 e il 24 agosto 2019

Un palermitano di 46 anni, Francesco Torres, è finito a processo a Gorizia. L'accusa è di aver incendiato un chiosco a Gorizia nella notte tra il 24 e il 24 agosto 2019. Si tratta di una piadineria, che in quella circostanza venne divorata dalle fiamme. Le ipotesi di reato contestate sono quelle di incendio aggravato e di atti persecutori. A riportare la notizia è Il Piccolo. In aula ha deposto la titolare del chiosco, poi ricostruito, che subì danni per 20 mila euro.

"Secondo la ricostruzione della pubblica accusa - si legge - quella notte di agosto era stata utilizzata una delle bombole Gpl per il funzionamento delle piastre di cottura del locale facendone fuoriuscire il gas innescando il fuoco diretto verso la parete esterna dell'attività. L'uomo, sempre secondo l'accusa, aveva inoltre assunto una serie di comportamenti persecutori nei confronti dell'ex moglie, in circostanze diverse. La donna all'epoca lavorava alla piadineria, era stata assunta dalla titolare con la quale aveva un rapporto di amicizia".

"Il giovane avrebbe agito per ragioni passionali, dando alle fiamme il fabbricato per risentimento e gelosia in una situazione relazionale piuttosto complessa che coinvolge più persone" c'era scritto nella nota della Questura goriziana subito dopo che Torres venne individuato dalla polizia, grazie ad una meticolosa ricostruzione dei fatti. L'uomo, proveniente con la sua auto dall'area doganale, raggiunse il piazzale della stazione qualche minuto prima delle tre del mattino di domenica 25 agosto. Appiccò il fuoco, allontanandosi poco dopo a bordo della sua macchina. Il transito però venne notato da diverse telecamere presenti lungo le vie della città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Incendiò un chiosco": palermitano di 46 anni finisce a processo

PalermoToday è in caricamento