menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiede aspettativa per assistere i genitori anziani, ma va ai Caraibi per due mesi

Nel "mirino" della Procura un'infermiera palermitana di 42 anni: chiesto il rinvio a giudizio per il reato di "falso materiale per induzione"

Chiede e ottiene due mesi di aspettativa per gravi motivi familiari, e va in vacanza a Santo Domingo insieme al marito. Un'infermiera palermitana di 42 anni, Teresa Ragusa, è finita nei guai dopo l'indagine condotta dalla sezione di polizia giudiziaria della guardia di finanza della Procura. A riportare la notizia è stata l'agenzia Ansa. La Procura della Repubblica di Marsala ha chiesto il rinvio a giudizio per il reato di falso materiale per induzione.

La donna aveva motivato la richiesta di aspettativa per due mesi, attestando che i suoi genitori "vivono soli a Palermo" e che, trattandosi di "persone anziane con problemi di salute", avevano bisogno della sua assistenza. Il periodo "incriminato" - si apprende dall'Ansa - va dal 1° dicembre 2015 al 31 gennaio 2016. L'infermiera, secondo quanto è emerso dall'indagine, sarebbe stata in viaggio di piacere a Santo Domingo per 42 giorni, dall'8 dicembre 2015 al 19 gennaio 2016. Con lei c'era anche il marito, un ex carabiniere. A chiedere il rinvio a giudizio è stato il sostituto procuratore Niccolò Volpe. Per l'infermiera potrebbero anche scattare dure sanzioni da parte dell'azienda sanitaria provinciale locale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento