rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Sindacati in strada: una fiaccolata per non spegnere la luce sui diritti di chi lavora

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Grandissima partecipazione alla "fiaccolata dei diritti e della democrazia" indetta dalle organizzazioni sindacali rappresentative dei lavoratori del Comune di Palermo. Ancora una volta tutti i lavoratori part time e tutte le OO.SS., attraverso un pacifico corteo partito da Piazza Politeama, e giunto a Palazzo delle Aquile, hanno gridato all'unisono "basta a questa ingiustizia sociale" perpetrata da questa Amministrazione Comunale. Più di 1000 i lavoratori che, a conclusione della fiaccolata, hanno trovato un Palazzo di Città (sede di rappresentanza) presidiato dalle forze del'ordine e con all'interno un Sindaco che, invece di incontrare i suoi dipendenti e le OO.SS., ha preferito rinchiudersi dentro, affidando ad un portavoce delle forze di polizia il suo messaggio, ovvero la volontà di volere posticipare questa vertenza dopo le elezioni regionali. La manifestazione è stata organizzata da: Cgil, Cisl, Uil, Cub alba, Csa, Diccap, Cobas. 

"Atteggiamento che offende la dignità di questi lavoratori che da anni svolgono i servizi fondamentali in regime di part time con una paga che non consente loro di vivere dignitosamente. Offensivo anche nei confronti delle OO.SS. che, nonostante abbiano posto all'attenzione dell'amministrazione la delicatezza della vertenza, assistono al continuo disattendere degli accordi intrapresi. A questo punto i lavoratori chiedono al Sindaco di "aprire" le porte di Palazzo delle Aquile e di convocare le OO.SS. il 07 novembre p.v. per affrontare, e risolvere, definitivamente la vertenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati in strada: una fiaccolata per non spegnere la luce sui diritti di chi lavora

PalermoToday è in caricamento