menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La facoltà di Architettura dell'Università di Palermo

La facoltà di Architettura dell'Università di Palermo

Bando per una cattedra ad Architettura, docente vince ricorso dopo due anni

Dopo aver perso la "battaglia" al Tar il professore Michele Sbacchi si è rivolto anche al Cga. Tramite i suoi avvocati ha chiesto l'annullamento degli atti relativi a un bando del 2016 "per difetto di motivazione e di istruttoria, disparità di trattamento e illogicità dei dei giudizi"

Ribaltato dopo più di due anni un concorso all’università. Il Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana ha accolto il ricorso presentato da un docente, Michele Sbacchi (60 anni), con cui aveva chiesto di riformare una sentenza del Tar, il decreto con cui il rettore aveva approvato gli atti della procedura selettiva, il decreto di nomina dei componenti della commissione giudicatrice, i verbali e tutti gli altri atti collegati alla vicenda. Ad aggiudicarsi il posto previsto dal bando pubblicato nel 2017 era stato il professore Emanuele Palazzotto, 55 anni.

L’architetto Sbacchi si era rivolto ai giudizi amministrativa dopo essersi visto soffiare la cattedra, chiedendo l’annullamento dei provvedimenti relativi alla selezione "per difetto di motivazione e di istruttoria, disparità di trattamento e illogicità dei giudizi”. Su oltre venti profili di irregolarità il collegio (composto dal presidente Claudio Contessa, dall’estensore Nicola Gaviano e dai consiglieri Silvia La Guardia, Maria Immordino e Antonino Caleca) ne ha ritenuti fondati più di una dozzina e ha deciso di annullare gli atti valutati dell’Università e diventati oggetto del ricorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento