rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca Cep / Via Barisano da Trani

Cep, un orto sociale a scuola curato da studenti e percettori del Reddito di cittadinanza

Il progetto, frutto di una convenzione fra l'istituto comprensivo Giuliana Saladino e l'associazione di volontariato Aps Puc - Palermo Help, è stato pensato per avvicinare i ragazzi, spesso provenienti da famiglie disagiate, ai temi dell’educazione ambientale. "Non siamo fannulloni"

Scope, palette, rastrelli e... tanta voglia di fare.  All'interno dell’istituto comprensivo Giuliana Saladino, nel quartiere Cep, c'è un orto sociale che ora verrà curato dagli studenti insieme ai percettori di Reddito di cittadinanza. 

Il progetto, frutto di una convenzione fra la scuola e l'associazione di volontariato Aps Puc - Palermo Help, è stato pensato per avvicinare i ragazzi, spesso provenienti da famiglie in emergenza economica e sociale, ai temi dell’educazione ambientale ed ha beneficiato del finanziamento europeo "Edugreen: laboratori di sostenibilità per il primo ciclo",

"Siamo un’associazione di volontariato - spiega Giuseppe De Lisi, presidente di Aps - nata per tenere attivi in lavori socialmente utili i percettori di Rdc. Al contrario di quanto spesso si dice, non siamo fannulloni che non vogliono lavorare; siamo disoccupati che hanno sempre lavorato in nero o che hanno perso il lavoro e abbiamo trovato nel sussidio l’unica soluzione per mantenere i nostri figli. Speriamo che progetti come questo possano ripetersi anche in altre scuole e in altre città".

L'associazione, tra l’altro, è attualmente attiva nell’organizzazione del corteo popolare a difesa del reddito, che partirà domani alle 9 dal Castello della Zisa. "Coltivare ha per gli studenti un significato importante - sottolinea una delle insegnanti che si occupa di seguire i ragazzi -. Abbiamo attivato il progetto dell’orto ormai da molti anni, ma quest’anno sta avendo uno slancio maggiore, grazie al coinvolgimento dei percettori di Reddito. Vogliamo condividere questa esperienza anche con i genitori dei ragazzi per far capire che l’educazione non si fa solo davanti a un banco, ma anche lavorando per progetti utili a tutta la comunità studentesca". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cep, un orto sociale a scuola curato da studenti e percettori del Reddito di cittadinanza

PalermoToday è in caricamento