Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Via Giuseppe Carta

I magazzini di Brancaccio tornano al liceo Dolci: dopo la consegna inaugurato un centro vaccinale

I locali - un tempo in mano alla mafia - sono tornati alla scuola, che li ha "aperti" subito al quartiere. Il sindaco Orlando: "Centinaia di cittadini che probabilmente non sarebbero mai andati alla Fiera del Mediterraneo, ora potranno vaccinarsi vicino casa"

Ieri la consegna dei locali al liceo Linguistico e delle Scienze umane "Danilo Dolci", oggi l'inaugurazione del centro vaccinale: i magazzini di Brancaccio, un tempo in mano alla mafia, tornano all'istituto scolastico (uno dei più grandi di tutta la città) e vengono messi a disposizione del quartiere per accelerare sui vaccini.

"Centinaia di cittadini che probabilmente non sarebbero mai andati alla Fiera del Mediterraneo, che si trova dalla parte opposta della città, adesso hanno l'opportunità di vaccinarsi vicino casa". A dirlo è il sindaco della Città metropolitana, Leoluca Orlando, che ha sottolineato inoltre "l'impegno del preside del Danilo Dolci, Matteo Croce, che ha chiesto e ottenuto dall'Agenzia nazionale dei beni confiscati i locali di via Carta".

Locali che erano stati tolti alla scuola e solo ieri, dopo una lunga scia di polemiche, riconsegnati ufficialmente alla presenza del prefetto Giuseppe Forlani, del generale dei carabinieri Arturo Guarino, del delegato dell'Agenzia nazionale dei beni confiscati Andrea Passannanti, del legale rappresentante della Sea Beach Immobiliare in confisca, Pietro Caruso, in esecuzione al decreto emesso lo scorso 6 agosto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I magazzini di Brancaccio tornano al liceo Dolci: dopo la consegna inaugurato un centro vaccinale

PalermoToday è in caricamento