Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

"Non ha i requisiti sanitari necessari", chiuso centro polidiagnostico

I carabinieri del Nas hanno fatto un'ispezione nella struttura, convenzionata con il sistema sanitario regionale, e hanno disposto l'immediata cessazione delle attività. I controlli sono scattati nell'ambito di un'operazione su scala nazionale

Ispezioni in tutta Italia, da parte dei carabinieri del Nas, in studi medici, ambulatori e poliambulatori. Complessivamente sono state controllate 607 strutture, alcune anche a Palermo. Qui i militari hanno individuato un centro polidiagnostico, convenzionato anche con il sistema sanitario regionale, risultato "carente dei minimi requisiti sanitari necessari per il funzionamento" (Non è stato reso noto il nome ndr). Il titolare è stato deferito all'autorità giudiziaria ed è stata l'immediata cessazione dell'attività.

In tutta Italia il Nas ha accertato irregolarità in 172 strutture. I carabinieri hanno verificato in particolare l’idoneità delle strutture (autorizzazioni, requisiti igienico-strutturali), il possesso di titoli abilitativi in relazione alle diverse specializzazioni, la sicurezza nei luoghi di lavoro (adeguatezza dei sistemi antincendio, corretta applicazione della normativa sul fumo), la corretta custodia e somministrazione dei medicinali, senza escludere il regolare funzionamento delle apparecchiature medico-diagnostiche e lo smaltimento dei rifiuti sanitari.

Complessivamente sono state contestate 341 violazioni penali e amministrative, denunciati 222 medici e professionisti nel settore sanitario, mentre altri 77 sono stati sanzionati per infrazioni amministrative, per un ammontare di 193 mila euro. E' scattato anche il sequestro di 1.915 confezioni di medicinali scaduti di validità o defustellati, e svariate apparecchiature e dispositivi medici non regolari, per un valore stimato in oltre 103 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non ha i requisiti sanitari necessari", chiuso centro polidiagnostico

PalermoToday è in caricamento