Regione, tutti gli uffici in un mega palazzo: parte la progettazione del centro direzionale

Il dipartimento Tecnico ha pubblicato un bando in due fasi: prima si dovranno presentare solo le proposte; le 5 idee selezionate dovranno poi essere trasformate in progetti preliminari. L'Ordine degli Architetti: "Speriamo in una partecipazione ampia e qualificata"

Il Centro direzionale regionale in un rendering

La realizzazione del centro direzionale della Regione - la mega struttura che ospiterà tutti gli uffici centrali - passa da un concorso di progettazione in due fasi. E' quanto prevede il bando pubblicato dall'amministrazione sabato scorso, che di fatto dà esecuzione al protocollo d’intesa tra il dipartimento Tecnico della Regione, il Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (Cnappc) e l'Ordine degli architetti di Palermo.

Per il complesso edilizio, che sorgerà in via Ugo La Malfa, la Regione ha programmato un investimento complessivo di circa 425 milioni di euro, di cui 270 per l'esecuzione dei lavori. Dopo il via libera del Comune di Palermo (competente da un punto di vista urbanistico) e degli stessi organi regionali il concorso di progettazione rappresenta un ulteriore passo in avanti. "Una tappa importante - dice il vicepresidente del Consiglio nazionale degli architetti Rino La Mendola - lungo un percorso tracciato dal  Consiglio nazionale degli Architetti, con l’obiettivo di diffondere, sul territorio nazionale, il concorso di progettazione a due gradi che riteniamo lo strumento ideale per valorizzare la professionalità dei concorrenti, per acquisire il miglior progetto in relazione alle aspettative della committenza e per promuovere dunque architettura di qualità".

Firma protocollo centro direzionale-2

"Si tratta - prosegue il presidente dell’Ordine degli Architetti, Francesco Miceli - di uno tra i più importanti concorsi di progettazione, per dimensioni ed importo, finora effettuati nel nostro Paese. L’auspicio è che al concorso partecipino i grandi studi di architettura europei e di livello internazionale e che ci sia una partecipazione ampia e qualificata. Per questo è fondamentale che la giuria del concorso che sarà nominata nei prossimi giorni, sia di altissimo profilo. Come Ordine degli Architetti di Palermo proseguiremo la nostra attività di supporto agli uffici della Regione e al Rup. Abbiamo interesse che la Sicilia entri a pieno titolo tra le regioni e le realtà europee impegnate sul fronte della qualità del progetto e dell’architettura contemporanea”.   

Il bando prevede due fasi: in una prima fase si dovrà presentare solo una proposta di idea progettuale. Tra tutte le idee presentate ne verranno selezionate cinque che dovranno poi essere trasformate in progetti preliminari secondo una tempistica già definita nel disciplinare di gara. Il centro direzionale sorgerà su via Ugo La Malfa, nell'area attualmente occupata dai vecchi uffici dell’Ente minerario siciliano. Al vincitore del concorso, previo reperimento delle risorse, saranno affidate anche le fasi successive della progettazione, sino al livello esecutivo.

Il concorso viene supportato dalla piattaforma del Consiglio nazionale degli architetti. Il concorso è invece bandito dal dipartimento regionale Tecnico, nella qualità di stazione appaltante, mentre il ruolo di responsabile unico del procedimento è rivestito dal dirigente generale del dipartimento dell'Energia, Tuccio D’Urso. "In Sicilia - conclude La Mendola - abbiamo trovato terreno fertile nel governo Musumeci ed in particolare nell'assessorato alle Infrastrutture che ha già adottato i bandi tipo, redatti in collaborazione con la rete delle professioni tecniche, grazie ai quali nel 2019 in Sicilia si è registrato un incremento degli incarichi ai liberi professionisti pari al 64% rispetto all’anno precedente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento